È morto il padre di Armie Hammer, aveva 67 anni

Lutto per Armie Hammer. All’età di 67 anni è morto il padre, il magnate del petrolio Michael Hammer.

Come riportano fonti di TMZ e People, l’uomo si è spento domenica 20 novembre, dopo una lunga battaglia contro il cancro.

Il MailOnline riporta che la morte di Michael è avvenuta a pochi mesi dal ritorno di Armie a Los Angeles dalle Isole Cayman, dove a inizio anno venne fotografato mentre era intento a vendere delle multiproprietà.

Il 36enne - ai margini di Hollywood dopo le accuse di abusi sessuali -, non ha rilasciato alcun comunicato a seguito del lutto che lo ha colpito.

Michael era conosciuto per il suo lavoro alla Occidental Petroleum Corporation, società fondata dal nonno. Era a capo anche di aziende come la Hammer International Foundation, la Armand Hammer Foundation, la Hammer Galleries e la Hammer Productions.

Prima di unirsi alla Occidental Petroleum nel 1982, Hammer ha lavorato presso la società di intermediazione mobiliare americana, Kidder, Peabody & Co. a New York.

Dal matrimonio con l’ex moglie Dru Ann Mobley sono nati i figli Armie e il businessman Viktor. Dru e Michael sono stati sposati dal 1985 al 2012.