È morto Jerry Lee Lewis

Jerry Lee Lewis è morto, aveva 87 anni.

È successo venerdì, nella sua casa di Desoto County, Mississippi, quando - secondo il suo addetto stampa Zach Farnum - al suo capezzale c'era sua moglie, Judith.

«Quando tutto ebbe inizio, all'inizio era lì, con Elvis, Johnny Cash, Chuck Berry, Little Richard, Carl Perkins, Fats Domino, Buddy Holly e gli altri, e li guardò svanire uno dopo l'altro finché non fu solo lui testimoniare, e cantare la nascita del rock'n'roll», ha dichiarato Zach Farnum.

L'annuncio arriva appena due giorni dopo la falsa notizia della morte del famigerato cantante.

Lewis era meglio conosciuto negli anni '50 per successi come "Whole Lotta Shakin' Goin' On", "Great Balls of Fire", "Breathless" e "High School Confidential".

Tuttavia, la sua carriera fu deragliata nel 1958 quando emerse che il rocker, allora 22enne, aveva sposato sua cugina Myra Gale Brown di 13 anni, mentre era ancora sposato con la sua precedente moglie.

Nel corso degli anni, la sua vita privata è stata impantanata da scandali, questo a causa della sua dipendenza da farmaci da prescrizione, controversie legali, accuse di abusi e scontri con le autorità. Fu tristemente arrestato nel 1976 per aver schiantato la sua auto contro i cancelli della casa di Elvis Presley a Graceland con una pistola carica all'interno del veicolo.

Nonostante tutto, alla fine degli anni '60, Lewis alla fine conobbe una rinascita della sua popolarità quando passò alla musica country.

Nel corso della sua carriera il cantante ha pubblicato più di 40 album in studio e ha vinto quattro Grammy Awards ed è stato inserito nella Rock and Roll Hall of Fame nel 1986.

È stato sposato sette volte e ha avuto sei figli. Gli sopravvivono sua moglie Judith e quattro dei suoi figli.