È normale che il mio bambino abbia un amico immaginario?

·2 minuto per la lettura
Amico immaginario
Amico immaginario

È normale che il bambino abbia un amico immaginario? Non preoccupatevi, il vostro bambino non è solo normale, è anche molto creativo. La sua fiorente immaginazione alimenta questa meravigliosa creazione fittizia, un’entità che l’accompagna mentre esplora il mondo. I primogeniti hanno spesso amici immaginari, così come i bambini molto brillanti. È un modo in cui i bambini imparano a fare distinzioni tra il bene e il male.

Amico immaginario: è normale averne uno?

Il vostro bambino, ad esempio, può incolpare la sua amica per qualsiasi misfatto, dicendo che gli ha fatto rovesciare il latte o tirare i suoi libri dagli scaffali. Se scarica la responsabilità, prendete la sua spiegazione al valore nominale e aiutatelo a pulire, ma ricordategli gentilmente le regole della casa. Cercate di non farne un dramma quando parla del suo amico. Questo significa né contraddirlo (“Oh, dai, smettila di fingere!”) né fargli il terzo grado su questo argomento, né approfondire la cosa fingendo di incontrare o parlare con il suo amico invisibile.

Non c’è motivo di farlo sentire strano a parlare con qualcuno che non esiste, ma se andate fino in fondo e incorporate il suo amico nel vostro mondo, allora probabilmente avrete il suo amico immaginario in giro per molto tempo. Nel frattempo, lasciate che si goda la compagnia della sua amica; supererà presto questa fase comune dell’infanzia.

Amico immaginario bambino
Amico immaginario bambino

Aiutarlo a sviluppare abilità sociali

L’esplorazione è il cuore del gioco, e nella mente del bambino qualsiasi esperimento conta, anche lanciare una ciotola di cereali dal vassoio del seggiolone.

Gli esperti di sviluppo amano dire che il gioco è il lavoro dei bambini (e la pulizia dopo il gioco sembra essere il lavoro dei genitori). Una volta che il vostro bambino è un bambino piccolo, il suo gioco diventa più fantasioso e complesso. In questo modo esercita abilità e qualità chiave, come l’indipendenza, la creatività, la curiosità e la risoluzione dei problemi. Può anche essere un momento importante per esplorare sentimenti e valori e sviluppare abilità sociali.

Molto prima che vostro figlio si senta a suo agio a condividere il suo giocattolo preferito con la sorella, potrebbe offrirlo a una bambola. I suoi primi spontanei “per favore” e “grazie” possono sfuggire durante un tea party immaginario. E quale genitore può resistere a sprecare una benda perfettamente nuova la prima volta che suo figlio dice che il suo orsacchiotto si è fatto male?

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli