È ora di uscire dal letargo: ecco perché non dovresti dormire troppo

Di
·5 minuto per la lettura
Photo credit: Carmen Martínez Torrón - Getty Images
Photo credit: Carmen Martínez Torrón - Getty Images

Dormire troppo (o troppo poco) fa male: true story, lo dice la scienza. L'antico dilemma "È meglio dormire poco o è meglio riposare più a lungo?" ha una risposta, cioè che è meglio dormire il giusto perché se è vero che "chi dorme non piglia pesci" anche chi non dorme... rischia poi di appisolarsi sul lavoro e di diventare poco producente per sé e per gli altri per il resto della giornata. Spesso e volentieri ti sarà capitato di sentire di persone che vanno a dormire ben oltre la mezzanotte e che si svegliano presto al mattino, dormendo solo poche ore, o che vanno a dormire presto per poi svegliarsi soltanto quando il sole è ben alto in cielo. La verità, come sempre, sta nel mezzo...

Occhio, non stiamo parlando di quando fai (o meglio facevi, adesso non si può...) serata con amici e amiche, rientravi alle 4 del mattino e alle 7.30 ti dovevi svegliare presto per essere puntuale al lavoro. E non stiamo parlando nemmeno del day after, quando tornavi a casa dall'ufficio con le palpebre tenute aperte da uno stuzzicadenti, mangiavi al volo e collassavi sul divano per poi risvegliarti il giorno seguente chiedendoti che anno fosse. Questi esempi estremi sono comportamenti "normali" (quanto ci mancano...) ed è naturale che il fisico abbia bisogno di rigenerarsi attraverso il sonno: anzi, una dormitina di quelle "giuste", ogni tanto, fa anche bene. Ma dormire tanto, troppo ogni giorno può provocare dei disturbi e, a volte, essere sintomo di una vera e propria patologia medica da curare con prontezza e attenzione.

Photo credit: Peopleimages - Getty Images
Photo credit: Peopleimages - Getty Images

Dormire tanto fa male alla salute?

Qual è il numero di ore di sonno definito dalla scienza come ideale per consentire a un essere umano di essere risposato a dovere? Non c'è un numero preciso ma ormai tutti concordano sul fatto che il range va dalle 7 alle 9 ore, con una media di 8 che in molti riportano come numero giusto dei ore di sonno per far sì che il fisico sia pronto a ripartire di slancio per una nuova giornata. Ovviamente non siamo tutti uguali e ciascun essere umano ha bisogno di un numero diverso di ore per riposarsi, ma ehi, le ultime ricerche dicono questo. Dormire, il giusto, fa bene perché permette ai muscoli, cuore compreso, di rilassarsi dopo lo stress di una giornata e al cervello di resettare, così come fa un computer, un tablet o uno smartphone. Se sei un'atleta avrai bisogno di un po' più di sonno, perchéè il fisico deve avere il tempo di recuperare dallo sforzo fatto durante la sessione di allenamento. Con "un po' di più" però intendiamo mezzoretta, massimo un'ora, non di una mattinata intera! Se al mattino ti alzi e, dopo aver fatto colazione ed esserti vestita, hai tanta, tantissima, voglia di ritornare a letto e di appisolarti vuol dire che forse qualcosa non va e che non hai riposato come si deve.

Perché dormo sempre?

Dormire troppo fa male, lo abbiamo già detto. Ma quali sono le cause che si nascondono dietro ai dormiglioni cronici? Molte volte si tratta di problemi che hanno in qualche modo delle interconnessioni con quel male oscuro che, purtroppo, colpisce tanta gente e che porta il nome di depressione. La depressione provoca ansia e se si è ansiosi è difficile rilassarsi e prendere sonno. Lo stress, l'ansia per difficoltà al lavoro, di natura economica o personale, si dice spesso che facciano "perdere il sonno". Ed è vero: in questo momento storico, tra il Covid-19 e le incertezze sul futuro dovute al protrarsi e agli effetti di questa pandemia, tanta gente va in oversleeping perché ha paura di perdere il posto di lavoro (se non lo ha già perso) e ha difficoltà a capire come poter portare a casa la pagnotta.

Le conseguenze del dormire troppo: mal di testa ma non solo

Dormire eccessivamente può anche essere sintomo di patologie più serie che interessano il sistema nervoso (narcolessia, apnee notturne, ipersonnia idiopatica e post traumatica per fare qualche esempio). Chi soffre di questi disturbi deve ovviamente rivolgersi al proprio medico per essere curato a dovere. Ma quali sono i "danni" per chi dorme troppo, pur non avendo patologie mediche? Innanzitutto potresti accusare dei forti mal di schiena, perché stare distesa per troppe ore non fa bene, oltre che problemi di obesità maggiori rispetto a chi dorme meno. Secondo diversi studi, dormire troppo aumenta il rischio di sviluppare il diabete così come quello di contrarre malattie cardiache. Anche il cervello, a lungo andare, si... addormenta un po' e, nel lungo periodo, le capacità cerebrali di chi passa troppo tempo in orizzontale si affievoliscono parecchio.

Photo credit: Charday Penn - Getty Images
Photo credit: Charday Penn - Getty Images

Dormire troppo: alcuni semplici rimedi

Il problema dell'oversleeping è tipico di tutto il mondo occidentale. Se ne occupano ricercatori, università e case farmaceutiche, ma spesso le soluzioni più semplici ed efficaci le abbiamo già a portata di mano. Il prestigioso portale americano WebMD riporta alcuni semplici rimedi per evitare di dormire troppo e consiglia: "Indipendentemente dalla causa del sonno eccessivo, praticare una buona igiene del sonno ti aiuterà a godere al massimo dei benefici di un sano riposo di sette/otto ore ogni notte. Gli esperti raccomandano per quanto possibile di coricarti e alzarti sempre alla stessa ora, inoltre dovresti evitare l'assunzione di caffeina e alcool prima di andare a letto. Fare esercizio regolarmente e rendere la tua camera da letto un ambiente confortevole che favorisca il sonno ti aiuterà a raggiungere la giusta quantità di sonno di cui hai bisogno".