È uscito il libro di Cristina Parodi sulla royal family (ed è pieno di retroscena scottanti)

Di Redazione Digital
·3 minuto per la lettura
Photo credit: Stephen Pond - Getty Images
Photo credit: Stephen Pond - Getty Images

From ELLE

Il nuovo libro di Cristina Parodi si intitola E vissero tutti felici e contenti? e si preannuncia come la prossima lettura che divoreremo. Cristina Parodi, giornalista e conduttrice, segue le vicende dei reali inglesi dall'inizio della sua carriera, prima al Tg5, poi con Verissimo e Vita in diretta e, in prima serata, a Stirpe Reale. Ma un incontro avvenuto nel 1996 l'ha ispirata più di tutto nella scrittura di questo libro che analizza l'impatto della Megxit sulla royal family, da un punto di vista insolito, quello dell'amore come vera rivoluzione.

"Ottobre 1996. Rimini. Ad un convegno internazionale di cui ero la conduttrice arriva come relatrice lady Diana Spencer e io che per il Tg5 seguivo le vicende reali per la prima volta riesco ad incontrarla, a parlare con lei, a cenare insieme ( vedi foto ). Anche da questo incontro è nata l’idea di scrivere un libro sulla clamorosa uscita di Harry e Meghan dalla famiglia reale inglese. Le parole che la principessa mi disse in quell’occasione suonano come una profezia che anticipa la scelta rivoluzionaria fatta dai duchi di Sussex. Diana morì dieci mesi dopo quell’evento e non ebbe mai la possibilità di avere una nuova vita. Suo figlio Harry invece sì." così Cristina Parodi racconta la genesi del suo libro E vissero tutti felici e contenti? che parte dalla storia di Lady Diana, in cerca di amore ma intrappolata in un matrimonio infelice, e arriva ai tempi nostri, collegando con un filo sottile la storia di Lady Diana a quella del figlio Harry.

La vita di Harry ha un posto cruciale nel libro, soprattutto nei suoi anni più scapestrati, quelli in cui, secondo Cristina Parodi, non gli è concesso il giusto modo per elaborare il lutto di aver perso la madre a 13 anni e i tabloid si accaniscono nel mostrare in prima pagina il peggio di lui. Certo, con una buona mano dal principe stesso, come quella volta in cui finisce su tutti i giornali del paese per uso di droghe e alcool o quella in cui sceglie un completo da nazista per una festa in maschera. I primi Anni 2000 sono una discesa verso gli inferi per il principe Harry, che per poco non rischia di essere escluso dall'esercito, e tocca il suo punto più basso quando un suo scatto rubato di nudo integrale, catturato a Las Vegas nel 2012, fa il giro del mondo. Il secondogenito di Diana e Carlo si calma sul fronte party e iniziano i primi flirt, che gli valgono anche il titolo di Dirty Harry sul The Sun. Finalmente poi arriva l'incontro con Meghan Markle insieme a cui, per amare secondo le proprie regole, decide di abbandonare la Royal Family.

La scelta presa insieme a Meghan, come si legge in E vissero tutti felici e contenti?, è l'avverarsi della profezia di Lady D, nonché il compimento della rivoluzione che lei stessa aveva iniziato. La rivoluzione dell'amore, quella che all'interno di una monarchia centenaria porta in primo piano i sentimenti e la trasparenza, lasciando sul fondo gli obblighi reali. La storia di Harry e Meghan insegna - come si legge nella descrizione del libro - che una ragazza può innamorarsi di un principe e portarlo via dal castello per salvarlo dai suoi fantasmi e vivere davvero felici e contenti. O forse no? Per scoprirlo, il libro E vissero tutti felici e contenti? si trova nelle librerie e a portata di click.