18enne morta nell'incidente a Mykonos: le auto troppo vecchie

·2 minuto per la lettura
Carlotta Martellini (foto Instagram)
Carlotta Martellini (foto Instagram)

Le indagini sulla morte di Carlotta Martellini, la 18enne perugina vittima di un incidente stradale avvenuto a Mykonos venerdì 24 luglio, hanno fatto emergere delle irregolarità nel servizio di noleggio auto. A Carlotta e alle sue sette amiche con cui era in vacanza sarebbero state affittate delle auto troppo vecchie. Le indagini dovranno certificare l’anno di immatricolazione e l'agenzia di noleggio dovrà dimostrare che le due jeep (vecchio modello versione cabriolet della Suzuki Jimmy), come riporta il Fatto Quotidiano online, fossero sicure.

GUARDA ANCHE: Covid-19: picchi in Grecia e Portogallo, test sierologici in Francia, appello del governo serbo

Inoltre le norme greche vietano l'affitto di quel genere di auto a minori di 21 anni, mentre Carlotta e le sue amiche non avevano più di 19 anni. È poi emerso che una delle ragazze avrebbe firmato un documento che sollevava da ogni responsabilità l’esercente che ha concesso il noleggio.

LEGGI ANCHE: Si schianta contro un furgone: ragazzo di 25 anni muore sul colpo

Nell'incidente a perdere la vita è stata solo Carlotta, che è balzata fuori dal sedile posteriore della cabriolet, che non aveva il tettuccio, particolare che si è rivelato fatale. L'auto, prima di finire sulla scogliera che costeggia la strada provinciale Agios Stefanos-Fanari, avrebbe sbandato, ma non è chiaro il motivo della perdita di controllo del mezzo. Forse sulla strada si è presentato un ostacolo. Le otto ragazze stavano tornando a casa dopo una serata in un locale.

GUARDA ANCHE: La compagnia di autonoleggio Hertz fallisce: Covid-19 ha potuto più di tutto

Le amiche sono rientrate a Perugia in stato di choc, ma in buone condizioni. Solo una ha riportato un trauma cranico e se l'è cavata con quindici punti di sutura.

Il padre di Carlotta è volato in Grecia per riportare a casa, in Italia, la salma della figlia.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli