34° settimana di gravidanza: tutto ciò che si deve sapere

34° settimana di gravidanza
34° settimana di gravidanza

Siete alla 34° settimana di gravidanza? Ecco tutto ciò che dovreste sapere in merito, partendo dallo sviluppo del vostro piccolo ai sintomi principali.

34° settimana di gravidanza: punti salienti

Tenere d’occhio il bambino

Il medico misurerà l’altezza del fondo – la distanza tra l’osso pubico e la parte superiore dell’utero – a ogni visita per stimare le dimensioni del bambino. (Se la gravidanza è ad alto rischio, si ricorrerà invece all’ecografia).

Stanca della gravidanza?

Portare in grembo un bambino in crescita non è facile, soprattutto quando si avvicina la fine della gravidanza. Se siete annoiate o stanche di essere incinte, sappiate che quello che provate è del tutto normale.

Prepararsi al congedo di maternità

Se lavorate, stabilite i dettagli del vostro congedo di maternità. Parlate con l’ufficio risorse umane della vostra azienda, compilate i documenti e scrivete un piano di transizione.

34 settimane quanti mesi sono?

Siete all’ottavo mese!

Sviluppo del bambino a 34 settimane

Unghie in crescita

A 34 settimane, le unghie del bambino sono cresciute fino alla fine dei polpastrelli. Le unghie dei piedi raggiungeranno la punta delle dita a 38 settimane. (Preparate i tagliaunghie per neonati).

Arti paffuti

Il vostro bambino sta ingrassando dappertutto e le sue braccia e le sue gambe iniziano a riempirsi meravigliosamente.

34° settimana di gravidanza sintomi
34° settimana di gravidanza sintomi

I sensi del bambino

Il bambino è in grado di rispondere ai suoni, alla luce e al tatto. Entro la prossima settimana, le orecchie del bambino saranno completamente formate.

Sintomi della gravidanza

Dolori e malesseri

È comune avvertire dolori e disturbi durante la gravidanza, soprattutto alla 34a settimana. La maggior parte delle donne incinte avverte dolori pelvici e lombari. Il peso aggiuntivo del bambino in crescita esercita una pressione maggiore sulle articolazioni, per cui si possono avvertire dolori al bacino, all’inguine, alle gambe e ai glutei. Inoltre, il pancione spinge il centro di gravità in avanti, allungando e indebolendo i muscoli addominali che sostengono la colonna vertebrale e la schiena.

Anche gli ormoni possono avere un ruolo nell’aumento del dolore al cingolo pelvico, poiché i cambiamenti ormonali causano il rilassamento e l’indebolimento delle articolazioni. Il dolore pelvico può essere molto fastidioso e persino limitare la mobilità.

Stitichezza

Circa la metà delle donne soffre di stitichezza durante la gravidanza. Quando si è incinta, il corpo produce una maggiore quantità di progesterone. Questo provoca il rilassamento dei muscoli, compresi quelli dell’apparato digerente. Di conseguenza, il cibo si muove più lentamente lungo il tratto digerente e questo può provocare un blocco.

Braxton Hicks

Le contrazioni uterine irregolari, chiamate Braxton Hicks, sono iniziate all’inizio della gravidanza. All’inizio sono impercettibili. Ora che siete nel terzo trimestre, probabilmente stanno diventando più evidenti. Sebbene non siano tipicamente dolorose, queste “contrazioni di prova” possono essere più intense e frequenti rispetto all’inizio della gravidanza.