40 anni e pelle elastica e distesa? Si può fare, ecco come

viso

Se pure si sono superati gli “anta”, non bisogna rinunciare all’avere un aspetto giovane e fresco. Ecco come fare. Quando si supera la soglia dei 40 anni la pelle perde di idratazione e di elasticità e le prime rughe fanno la loro comparsa, soprattutto nella zona perioculare e in quella naso-labiale. Questi segni sono destinati a diventare sempre più marcati e profondi col passare del tempo, ma non bisogna disperare.

Quando si parla di rughe la parola d’ordine è prevenire. Più si tratta bene la propria pelle fin dai “primordi” e più essa apparirà sana e bella a dispetto degli anni che passano. È questo il motivo per cui bisogna stare attenti/e a idratare la pelle quotidianamente già a partire dai 20 anni. Se gli “-anta” sono proprio dietro l’angolo o sono da poco passati, non c’è da disperarsi all’idea di apparire più “vecchi/e”, basta mettere in pratica piccoli gesti di bellezza e pratiche di beauty routine che renderanno il viso più liscio, levigato e disteso.

Dopo i 40, più dei prodotti, conta la routine

Una volta passata la soglia dei 40 anni, nessun cosmetico è quello decisivo, capace di fare una reale differenza a meno che non venga applicato nel modo giusto e secondo una serie precisa di gesti. Per chiarire, ciò non significa che un prodotto valga l’altro; per esempio, superati i quarant’anni, è sempre meglio preferire creme idratanti a base di acido ialuronico e di vitamina C (ottima per stimolare la produzione di collagene). Si deve però essere ben attente ad applicare i cosmetici scelti rispettando un preciso ordine, così da massimizzare gli effetti e i risultati dei prodotti utilizzati nella beauty routine quotidiana. Il metodo migliore da seguire è quello di iniziare con la pulizia, per poi proseguire con l’idratazione e terminare con la protezione.

Senza pulire profondamente il viso, le creme e le lozioni idratanti non arrivano a fondo nel derma e la pelle risulta idratata solo superficialmente. L’obiettivo deve invece essere quello di portare le sostanze nutrienti fin nel derma, perché in questo modo si levigano le rughe e si evita la formazione di ulteriori solchi sul viso. Per una pulizia efficace del viso, bisogna usare detergente e tonico ogni giorno (meglio se mattina e sera) e fare almeno una volta a settimana una maschera purificante e dall’effetto detox, come quelle a base di carbone vegetale della Vichy – la si trova qui www.vichy.it/maschera-al-carbone.

L‘importanza della pulizia del viso

Per poter mantenere costante e profondo il livello di idratazione della pelle, c’è bisogno di eliminare tutte le impurità e le cellule morte dalla superficie del viso. In caso contrario, si crea come una sorta di film di sporcizia che impedisce alle creme e ai sieri di poter arrivare a fondo nel derma col rischio di non idratare quanto sarebbe invece necessario. La disidratazione è infatti la prima causa all’origine della comparsa delle rughe e la scelta di prodotti a base della molecola di acido ialuronico serve proprio a ripristinarne i naturali livelli; questa molecola ha, fra gli altri, il principale scopo di catturare e trattenere l’acqua presente negli strati profondi della pelle. Per una pulizia del viso efficace e ancora più profonda, è bene ricordarsi di unire alla maschera settimanale anche uno scrub a base di sostanze delicate e nutrienti (come il miele o lo zucchero).

Recap finale

Per ricapitolare: ogni giorno sia al mattino che di sera, latte detergente e tonico prima di applicare siero e poi crema; mentre una volta a settimana maschera e scrub (non necessariamente nella stessa “seduta”), poi tonico e infine siero e crema. Seguendo questa routine di bellezza, anche chi ha superato i 40 anni potrà notare i miglioramenti della propria pelle giorno dopo giorno.