5 parigine doc rivelano cos’è per loro la bellezza "alla francese" (e perché è così imitata)

·5 minuto per la lettura
Photo credit: Jeremy Moeller - Getty Images
Photo credit: Jeremy Moeller - Getty Images

Lo stile di disinvolto, il look un po' scompigliato, il viso imbronciato: insomma, lo stile francese è terribilmente chic e noi continuiamo ad esserne terribilmente affascinati. E se tutto sommato non è mai passato di moda, nelle ultimi stagioni è diventato un trend seguitissimo sia per quanto riguarda il fashion e lo street style (vedi il successo di pagine come Parisiens in Paris), che il makeup e i capelli. Le icone di riferimento sono ancora Brigitte Bardot, Jane Birkin e Françoise Hardy, con le loro frangette, il makeup appena accennato, gli occhi da gatta e le labbra rosse: la loro estetica rivive nel 2021 aggiornata, senza però perdere la sua anima e il suo fascino, inafferrabile nel suo essere elegante, minimalista e senza tempo. Ma è davvero ancora attuale o è pronta a cedere il passo a nuovi canoni? Per capire davvero cosa intendiamo oggi con bellezza francese, Vogue Paris ha interrogato sull'argomento cinque ambasciatrici nel mondo dello stile easy chic più ammirato e copiato. Ecco cosa ci hanno rivelato sul loro concetto di French beauty oggi.

Le icone della bellezza francese contemporanea

Caroline de Maigret

Questo contenuto non è disponibile a causa delle tue preferenze per la privacy.
Per visualizzarlo, aggiorna qui le impostazioni.

Modella e produttrice discografica che vanta nobili ascendenze: Caroline de Maigret è la quintessenza dell'attitudine parigina contemporanea, non a caso vera e propria ispirazione moda.

Per lei bellezza francese significa qualcosa di molto naturale, creato accuratamente ma senza sforzo, che si traduce in una nonchalance e libertà che rendono unico il look. Lei stessa definisce naturale e semplice il suo approccio alla bellezza, concentrandosi principalmente sulla cura della pelle utilizzando i prodotti Kobido, e truccandosi in maniera leggerissima, appena accennata, utilizzando solo tre prodotti.

Chi rappresenta al meglio l'estetica francese per Caroline de Maigret è niente meno che Simone de Beauvoir, perché la bellezza è sfaccettata e talvolta complessa.

Léna Situations

Questo contenuto non è disponibile a causa delle tue preferenze per la privacy.
Per visualizzarlo, aggiorna qui le impostazioni.

Léna Situations è una youtuber, influencer e adesso anche scrittrice, amatissima e molto popolare in Francia. Giovanissima e voce della generazione Z, ha una sua visione molto critica della tipica estetica francese: ritiene che lo stereotipo di bellezza d'Oltralpe al quale siamo abituati sia limitato poiché pensato per essere applicato esclusivamente ad una ragazza bianca, dotata naturalmente di un bel viso e di capelli lisci o leggermente mossi, che non ha bisogno di aiuti o trucchi per esprimere il suo fascino. Secondo Léna, tutto questo non è assolutamente reale e può essere addirittura dannoso perché potrebbe far sentire inadeguate tutte le ragazze che non rientrano nel canone. Lei stessa essendo di origine algerina si sente esclusa a prescindere.

Interessante il suo punto di vista di ragazza francese del 2021 che smonta il concetto, mostrandosi orgogliosa dei suoi capelli ricci naturali, della passione per il trucco anche esagerato e vistoso (in Francia non visto come elegante), e facendosi portavoce della necessità di una nuova idea di bellezza più inclusiva, archiviando quelli del passato.

L'estetica che conosciamo, sostiene Léna infine, è stata creata da un certo cinema, dalla pubblicità e dalle riviste, tutte industrie dove a comandare erano gli uomini, che hanno plasmato il loro ideale di donna: ora è arrivato il momento di cambiare le regole del gioco e lasciare che siano le donne stesse a decretare la loro bellezza, francese e non.

Joséphine de La Baume

Questo contenuto non è disponibile a causa delle tue preferenze per la privacy.
Per visualizzarlo, aggiorna qui le impostazioni.

Secondo la cantante e attrice Joséphine de La Baume l'estetica parisienne che tanto amiamo in realtà è cristallizzata nel periodo cinematografico della Nouvelle Vague. Quel tipo di donna oggi non esiste più, quella raffinatezza e ricercatezza non sono più applicabili. Nel 2021 in Francia esistono tanti tipi di bellezza diversa e variegata: ridurre tutto ha un concetto così limitato e fuori dal tempo è banalizzante.

Per lei il simbolo di una bellezza atipica e particolare, fuori dagli schemi dell'epoca, era Jeanne Moreau: il suo tratto distintivo era una grandissima attitudine e una travolgente personalità.

Camille Charrière

Questo contenuto non è disponibile a causa delle tue preferenze per la privacy.
Per visualizzarlo, aggiorna qui le impostazioni.

L’influencer e conduttrice televisiva Camille Charrière ha un approccio alla bellezza tipicamente francese, ovvero molto minimalista, pur avendo scoperto un certo interesse per i prodotti di skincare durante la quarantena. Per quanto riguarda il makeup, per lei è sempre valsa la regola less is more, ben lontano dallo stile inglese, più extra e stravagante.

Avendo vissuto 10 anni in England, Camille conosce bene la differenza tra i gusti e gli approcci dei due paesi che si affacciano sulla Manica, ammettendo però ultimamente di essere comunque intrigata dal mondo del makeup, rinnegando in un certo senso quell'ideale di bellezza che ha sempre perseguito in maniera assoluta.

Secondo lei l'estetica francese è così apprezzata in tutto il mondo, come sostiene Caroline de Maigret, perché dà l’idea di una certa nonchalance: l'effetto "appena alzata dal letto" è molto affascinante perché trasmette una certa sicurezza di sé. La sua visione in merito è infine completamente opposta a quella di Léna: è un inno all'accettarsi nella maniera più autentica possibile. Non servono tanto tempo e prodotti per essere belli, il segreto dello stile francese è l'assoluta libertà e disinteresse per l'opinione altrui.

Omaima Salem

Questo contenuto non è disponibile a causa delle tue preferenze per la privacy.
Per visualizzarlo, aggiorna qui le impostazioni.

La stylist Omaima Salem, vera e propria guru di stile contemporaneo, definisce anche lei la bellezza francese come qualcosa di naturale e totalmente facile, almeno all'apparenza. Infatti, dietro ogni donna c'è studio e anche un piccolo sforzo, ma questi non si devono assolutamente notare.

In tutto il mondo ne siamo così ossessionati probabilmente perché è il riflesso di una ricerca di libertà e naturalezza al quale non siamo abituati, e che le donne francesi invece esprimono in maniera del tutto innata, come se fosse un tratto tipico della loro cultura. Anzi, della loro essenza.