1 / 6

1. Il legno che collega due ambienti

In un piccolo appartamento dove la zona giorno è costituita da un openspace che comprende cucina e soggiorno. Il bianco è il colore dominante di tutto l’ambiente e il tavolo da pranzo in legno, una penisola della cucina, divide la zona relax dalla cucina. Il legno però crea un collegamento cromatico tra i due ambienti che quindi, risultano perfettamente integrati. La cucina, nonostante la metratura limitata, è molto spaziosa e funzionale. Gli arredi, squadrati e moderni fanno da contrappunto alla morbidezza delle forme e dei colori della zona soggiorno. Inoltre, le superfici lucide dei mobili della cucina riflettono la luce aumentando la luminosità.

Credits: homify / Ayuko Studio

6 Piccole Cucine in Bianco e Legno

Se la cucina è piccola, l’utilizzo del bianco come colore dominante è sicuramente una scelta vincente. Infatti, come ben sappiamo, aiuta ad amplificare lo spazio e la luminosità. Inoltre, conferisce un aspetto fresco, ordinato e pulito che si addice perfettamente allo spazio in cui cuciniamo. Il legno invece, aggiunge una sensazione di calore e naturalezza che regala alla cucina un’aria accogliente, conviviale e rilassante. L’abbinamento di bianco e legno quindi è sicuramente una scelta azzeccata, un abbinamento gradevole e che non rischia di stancare. In più, l’aspetto naturale e le tonalità calde delle venature del legno stemperano la fredda rigidità di una cucina di design moderno, lineare e squadrato. Il bianco invece può alleggerire e rischiarare una cucina in legno, magari scuro, che sicuramente ha un aspetto rustico e naturale ma potrebbe risultare un po’ pesante. Vediamo qualche esempio.