9 idee che risolvono l'esasperante compito di fare regali di Natale agli architetti

Di Redazione Digital
·3 minuto per la lettura
Photo credit: Portra - Getty Images
Photo credit: Portra - Getty Images

From ELLE Decor

Fare regali di Natale può essere bellissimo ma anche esasperante, soprattutto quando si tratta di fare regali agli architetti, famosi per vere un gusto impeccabile, o quanto meno molto definito e ­– non ce ne vogliate – anche per una certa snobberia. Quest’anno abbiamo deciso di aiutarvi provando a selezionare i migliori regali di Natale 2020 che piaceranno senza dubbio agli architetti nella nostra vita. Ecco cosa abbiamo scelto.

Regali di Natale per architetti: il pezzo di design iconico

Un pezzo iconico del design è sempre un regalo gradito per un architetto. Noi abbiamo scelto un oggetto d’uso quotidiano esposto nei musei di tutto il mondo come lo spremiagrumi Juicy Salif disegnato da Philippe Starck per Alessi. Altre idee possono essere la lampada Eclisse, capolavoro di Vico Magistretti per Artemide, o la Radio Cubo ts522, disegnata nel 1962 dagli architetti Marco Zanuso e Richard Sapper e diventata un cult del design italiano.

Regali di Natale per architetti: la penna

Non esiste architetto che non abbia una passione per una penna in particolare. Se la conoscete, puntate decisamente su quella, altrimenti affidatevi al nostro consiglio e scegliete una delle penne preferite dagli architetti come la stilografica ricaricabile Lamy Safari. Ovviamente nella versione nera.

Regali di Natale per architetti: il gioco

I puzzle 3D Blockitecture di Areaware sembrano nati apposta come regali per architetti, ma quello di Garden City è davvero il non plus ultra: i blocchi possono essere riorganizzati per creare grattacieli con tetti da giardino o disporsi intorno a un grande parco. Oltre a essere il regalo di natale perfetto per gli architetti, è anche un’ottima idea per piccoli progettisti in erba.

Regali di Natale per architetti: la cup per il caffè

Da tenere sulla scrivania durante le notti passate a rivedere un progetto, oppure in mano mentre d’inverno visita un cantiere, la tazza take away è sempre un regalo utile e gradito. Ma per essere davvero apprezzata da un architetto deve avere qualcosa di particolare: noi abbiamo scelto questa della linea Re:Spect di Coincasa, realizzata in fibra di bambù, un materiale sostenibile e rispettoso dell’ambiente.

Regali di Natale per architetti: il vinile

Per scegliere il miglior album musicale da regalare a Natale a un architetto ci siamo affidati al consiglio che Max Richter ha dato The Strategist: The Blue Notebooks , un album “geniale; sperimentale ma radicato nella musica classica, utilizzando le letture dei quaderni The Blue Octavo di Kafka e il lavoro di Czesław Miłosz, poeta e scrittore. Richter combina poesia letteraria e musicale con una composizione strumentale minima per raggiungere una nuova musica oltre il minimalismo estetico” spiega. E noi ci fidiamo!

Regali di Natale per architetti: l’altoparlante di design

Per un architetto che viaggia (o che tornerà a farlo quando sarà finita la pandemia), un piccolo altoparlante di design, con una grande qualità del suono, è indispensabile per ascoltare la musica in studio, nelle stanze d’albergo che ormai hanno perso la bellissima abitudine di offrire agli ospiti una radio sul comodino o in piscina (sì, è anche impermeabile).

Regali di Natale per architetti: il taccuino

PdiPigna sembra un marchio nato apposta per gli architetti: dai notes con i disegni di Enzo Mari realizzati in collaborazione con Danese ai taccuini della famiglia ItalianTypes, mettono insieme una grafica essenziale e curatissima a materiali di alta qualità. E arrivano giusto in tempo per le feste!

Regali di Natale per architetti: la mascherina di design


Regalare una mascherina a Natale è un gesto generoso per due motivi: è un dono, ma anche un dispositivo fondamentale per proteggere noi stessi e tutta la comunità. Allo stesso tempo, le mascherine cercano anche di diventare un mezzo espressivo, qualcosa che pur nascondendo buona parte del viso riesce a dire qualcosa di noi. Per gli architetti abbiamo scelto la cover facciale di Lanificio Leo Mask Mask, disegnata dall'Art Director Emilio Salvatore Leo e prodotta con una tecnica innovativa di intreccio in maglia jacquard di un performante filato tecnico con trattamento antibatterico in filo. A renderla speciale sono la rifinitura a mano e il laccio che le permette di essere appesa al collo.