Addio Carla Fracci: è morta la regina della danza italiana

·1 minuto per la lettura

È morta a Milano Carla Fracci, la regina della danza italiana, che avrebbe compiuto 85 anni il prossimo 30 agosto.

Da tempo l’étoile lottava contro un tumore.

Era nata nel 1936 a Milano, dove ha costruito la parte centrale della sua carriera studiando nella scuola di ballo della Scala.

Furono degli amici di famiglia a convincere i genitori a iscriverla alla Scuola di Ballo del Teatro alla Scala dopo averla vista muoversi nel salone del dopolavoro del papà tranviere.

«All’inizio non capivo il senso degli esercizi ripetuti, del sacrificio, dell'impegno mentale e fisico. Io, poi, sognavo di fare la parrucchiera. Fu pesantissimo», raccontava in una intervista sui suoi inizi, per poi divenire una delle ballerine più brave al mondo.

La Fracci ha ballato con i più eccelsi partner del calibro di Erik Bruhn, Rudolf Nureyev, Mikhail Baryshnikov, Gheorghe Iancu, Vladimir Vasiliev, Henning Kronstam, gli italiani Amedeo Amodio, Paolo Bortoluzzi, e coreografi come Cranko, Dell'Ara, Rodrigues, Nureyev, Butler, Béjart, Tetley e molti altri.

Il 28 e 29 gennaio scorso aveva tenuto una masterclass con i protagonisti del balletto Giselle andata in streaming sui profili della Scala e disponibile anche su Raiplay.