Addio a Stella Tennant, la modella è inaspettatamente scomparsa all'età di soli 50 anni

Di Federica Caiazzo
·3 minuto per la lettura
Photo credit: Getty Images
Photo credit: Getty Images

From ELLE

È con grande dolore che annunciamo la morte di Stella Tennant, avvenuta il 22 dicembre 2020”: a dire la triste notizia al mondo – e all’industria della moda – è la famiglia di Stella in persona. Volto amatissimo dalla fashion industry, in particolar modo da Steven Meisel che la lanciò per primo, la scomparsa di Stella Tennant avviene all’età di soli 50 anni. “Stella è stata per tutti noi una donna meravigliosa e una grande ispirazione. La sua mancanza sarà profondamente sentita”, annuncia ancora la famiglia.

Nata nel 1970, Stella Tennant è scomparsa a soli 50 anni. Era la figlia più giovane dell’Onorevole Toby Tennant e di sua moglie Lady Emma: origini aristocratiche e rispettabilissime, dato il titolo royal del padre che altri non è che il Duca del Devonshire. Ben istruita (Stella aveva frequentato la prestigiosissima scuola femminile di St Leonard in Scozia), aveva poi studiato presso il Marlborough College nel Wiltshire. Poi l’università e quella passione per l’arte che già spianava la sua strada verso l’incontro, magico e onirico, con l’estetica e tutto il bello che caratterizza il mondo della moda: è dalla laurea conseguita presso la Winchester School of Art che Stella Tennant intraprende poi la carriera di scultrice, prima dell’incontro a Londra con il leggendario fotografo Steven Meisel (che cambierà per sempre le sue sorti). Quest’ultimo, già nome celebre e firma stabile dei servizi fotografici dell’edizione statunitense di Vogue, si trovava appunto nella capitale inglese dove era in cerca di non-modelle per un servizio che avrebbe scatto di lì a breve per la controparte britannica della rivista. Stando a quanto racconta hellomagazine.co.uk, pare che Stella Tennant si fosse presentata a quell’incontro noncurante di un requisito principale: non avere piercing. Ma lei, con il septum in bella mostra dal suo naso, riuscì a conquistare – volente o nolente - l’obiettivo di Steven Meisel.

Photo credit: Melodie Jeng - Getty Images
Photo credit: Melodie Jeng - Getty Images

Il resto della carriera di Stella Tennant? Da quel momento, tutto sembrò già scritto (sebbene non fossero quelli i suoi piani originari). Il giorno successivo, Meisel la portò a Parigi con sé per scattare per Vogue Italia. Poi arrivarono i casting per le passerelle: nel corso della sua vita, Stella Tennant ha sfilato nei calendari ufficiali della settimana della moda di Parigi, Londra e Milano. Sempre incredula, sempre profondamente sorpresa da tanta fortuna, alla stampa le chiedeva come fosse lavorare nel mondo della moda lei rispondeva: “Quando mi viene offerto un lavoro, ancora oggi mi sembra… WOW! Strano! A volte mi guardo e penso per quale strano motivo abbiano scelto proprio me”. Poi arrivò Karl Lagerfeld, il Kaiser della moda ed ex Direttore Creativo di maison Chanel e Fendi. Karl Lagerfeld intravide il potenziale di Stella Tennant e la rese il nuovo volto Chanel immediatamente dopo Claudia Schiffer, perché ne amava “l’allure moderna” che ne caratterizzava il volto. “Rispetto a Claudia – confermò il grande couturier, - Stella è più in linea con le tendenze moda del momento”.

Photo credit: Julien M. Hekimian - Getty Images
Photo credit: Julien M. Hekimian - Getty Images



A dare oggi la triste notizia della morte di Stella Tennant sono i suoi figli
, gli unici e soli (tesori) per i quali la modella aveva deliberatamente deciso di prendere una pausa dalla fashion industry. Lo stand-by avvenne nel 1998, quando la modella annunciò la gravidanza del primo figlio Marcel: nove mesi dopo la sua nascita, Stella sposò il fidanzato fotografo David Lasnet – che aveva incontrato durante un servizio fotografico di Mario Testino. Dopo la nascita della figlia Cecily nel 2001, Stella Tennant ritornò operativa nel suo ruolo di modella compatibilmente con le responsabilità di neo-madre. “Prima di avere figli, tutto ciò sembrava incredibilmente incompatibile – rivelò nel 2002 alla stampa, in seguito alla nascita della sua terza figlia Jasmine – Eppure, una volta iniziato, ho realizzato quanto fosse meraviglioso”. Al momento, la famiglia di Stella Tennant chiede di rispettarne la privacy. Dettagli sul funerale saranno comunicati successivamente.