Adele è la fotocopia di Meryl Streep (e fondamentalmente non ce ne eravamo mai accorti)?

Di Monica Monnis
·2 minuto per la lettura
Photo credit: NBC - Getty Images
Photo credit: NBC - Getty Images

From ELLE

"So di avere un aspetto diverso, ma a causa delle restrizioni Covid-19 ho dovuto viaggiare leggera e ho potuto portare solo la metà di me: ecco, questa è la parte che ho scelto". Adele sceglie le parole migliori, il mood migliore, il palco migliore, il momento migliore per il suo come back sulle scene ("Adele in tv è la nostra speranza per il 2020/Il ritorno di Adele è quello che ci meritavamo in questo momento difficile/Più Adele per tutti", il tenore dei messaggi apparsi sui social) e per mostrare ufficialmente la sua nuova immagine di cui tutti, ma proprio tuttii, hanno voluto dire la propria (spesso a sproposito). Ironia, leggerezza e ça va sans dire, talento, la cantante inglese ha fatto centro con il suo hosting impeccabile al Saturday Night Live, lo show satirico del sabato sera americano (lo sketch sulla parodia di The Bachelor, una sorta di Uomini e Donne made in USA, è spettacolare, vedi qui sotto) ma anche il suo look ha volato altissimo tanto che i paragoni (quelli belli) l'hanno associata a una diva indiscussa (indizio: pare che vesta solo Prada, almeno sul grande schermo...).

Come raccontato da InStyle, in tanti su twitter hanno voluto sottolineare, in social veritas, la somiglianza tra Adele e Meryl Streep, nel dettaglio tra Adele e la sofisticata Madeline Ashton, l'attrice narcisista che beve una pozione magica per avere l'eterna giovinezza del film must degli anni '90, La morte ti fa bella. Le vibes di Miss Ashton negli outfit della cantante 32enne sono cristalline e non abbracciano solo gli abiti (anche il beauty look da diva anni cinquanta è lo stesso): l'ispirazione è innegabile nel tailleur nero pantalone + blazer nero con silhouette a spalle scoperte della collezione invernale griffato Brock Collection, davvero molto simile a uno dei look iconici di Meryl nella pellicola del 1992 diretta da Robert Zemecki.

Il make up non ha fatto altro che esaltare la somiglianza tra le due queen, dal caratteristico cat eye di Adele alle labbra rosso fuoco passando per il blush posizionato nei punti giusti per scolpire l'incarnato. E poi i capelli biondi acconciati in onde sciolte che cadevano su un lato molto Old Hollywood style, molto Adele, molto Meryl/Madeline. Tutto giusto e azzeccato, come il look total denim scelto per il siparietto Ass Angels Jeans, o la tuta verde militare di Valentino con la romantica stampa Kissing Lovers di Pierpaolo Piccioli che le stava a pennello. La sua voce inconfondibile ha scaldato i cuori (piccola digressione, il nuovo album "non è ancora finito" quindi dobbiamo armarci di tanta pazienza) in un momento in cui la bufera sembra incontrollabile. Ironia, leggerezza e ça va sans dire, talento, confermiamo in toto.