Aids, accordo ViiV-Halozyme su tecnologia per farmaci 'ultra long-acting'

·3 minuto per la lettura

ViiV Healthcare, azienda globale specializzata nelle terapie anti-Hiv, a maggioranza GlaxoSmithKline (Gsk) in partecipazione con Pfizer e Shionogi, e Halozyme Therapeutics annunciano "un accordo globale di collaborazione e licenza che dà" a ViiV "accesso esclusivo alla tecnologia di somministrazione farmaci Enhanze* di Halozyme, l'enzima ialuronidasi umano ricombinante PH20 (rHuPH20), per target specifici utilizzati nel trattamento e nella prevenzione" del virus dell'Aids. La metodica offre a ViiV Healthcare "maggiori opportunità per sviluppare farmaci 'ultra long- acting', con intervalli nella somministrazione di 3 mesi o più".

In base ai termini dell'intesa - si legge in una nota - ViiV effettuerà un pagamento anticipato di 40 milioni di dollari a Halozyme per la licenza esclusiva su 4 target di piccole e grandi molecole per Hiv, e si impegna a effettuare potenziali futuri pagamenti fino a 175 mln di dollari in sviluppo e milestone commerciali per target, soggetti al raggiungimento di specifiche milestone di sviluppo e commerciali per target, comprese alcune milestone di vendita specificate. Halozyme riceverà inoltre royalty a una cifra sulle vendite dei medicinali commercializzati che utilizzano Enhanze.

E' in corso la pianificazione per iniziare le prime sperimentazioni con la tecnologia entro la fine del 2021 per l'antivirale cabotegravir a lunga durata d'azione per la prevenzione dell'Hiv. Attualmente il farmaco viene somministrato ogni 2 mesi.

L'enzima PH20 - dettaglia la nota - scompone una sostanza, l'acido ialuronico (HA), che si trova nello spazio sottocutaneo del nostro corpo e funziona come una barriera per il passaggio dei fluidi. Scomponendo l'HA localmente nel sito dell'iniezione, e rimuovendo temporaneamente la barriera, è possibile iniettare grandi quantità di fluido nello spazio sottocutaneo e disperderlo. Si facilita così la rapida somministrazione di grandi volumi di fluidi mediante iniezione sottocutanea, riducendo potenzialmente l'impatto del trattamento dei farmaci iniettabili e offrendo opzioni di trattamento ottimizzate ai pazienti. L'HA viene fisiologicamente ripristinato nel tessuto sottocutaneo entro 24-48 ore.

"Molte persone che vivono con Hiv e le persone vulnerabili all'Hiv ci dicono che, per una serie di motivi, assumere farmaci ogni giorno è una sfida: noi le abbiamo ascoltate - afferma Kimberly Smith, Head of Research & Development di ViiV Healthcare - Riteniamo che i farmaci a lunga durata d'azione siano il futuro delle terapie per l'Hiv e contribuiranno ad affrontare questi bisogni insoddisfatti. La nostra collaborazione con Halozyme ci permetterà di continuare a essere all'avanguardia nello sviluppo di nuove opzioni aggiuntive e innovative per il trattamento e la prevenzione dell'Hiv, lavorando al contempo per limitare l'impatto del trattamento".

"Siamo entusiasti di collaborare con ViiV Healthcare per creare nuove opzioni per la somministrazione di farmaci innovativi per l'Hiv - dichiara Helen Torley, presidente e Ceo di Halozyme - Questa collaborazione dimostra il potenziale valore della nostra tecnologia per agevolare iniezioni sottocutanee rapide e di grandi volumi non solo di farmaci più tradizionali, ma anche di iniettabili a lunga durata d'azione, comprese piccole molecole, che a loro volta possono estendere ulteriormente gli intervalli di dosaggio per le persone che assumono farmaci per il trattamento e la prevenzione dell'Hiv".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli