Aifa, online nuovo portale dossier digitali prezzi e rimborsi farmaci

·2 minuto per la lettura

È online da oggi il nuovo portale e-Dossier Prezzo e rimborso, l’interfaccia elettronica resa disponibile alle aziende farmaceutiche per la predisposizione in formato digitale dei dossier a supporto delle istanze di negoziazione. Lo rende noto l'Agenzia italiana del farmaco (Aifa), ricordando che il portale "è il risultato di un lavoro di programmazione e di confronto che risponde al mutamento delle esigenze informative dell’Agenzia e costituirà uno strumento di supporto agli attuali processi decisionali".

Sono numerose le opportunità di semplificazione derivanti dal percorso di digitalizzazione e dematerializzazione del procedimento di prezzo e rimborso. In primo luogo - spieha Aifa - vi è la struttura modulare dell’e-Dossier, in cui le singole sezioni rilevanti vengono automaticamente generate in coerenza con le tipologie negoziali selezionate. Dal punto di vista dell’azienda, vi sono poi i vantaggi di consultazione dei dati inseriti, ma anche la possibilità di aggiornare il dossier in modalità 'bozza' e di consultare attraverso una pagina di archivio tutti i dossier creati e/o completati. Dal punto di vista dell’Agenzia, la standardizzazione e l’uniformazione dei dati acquisiti, presentati anche in apposite sezioni in formato tabellare, consentono un efficientamento dei processi di valutazione, sottolinea l'ente regolatorio.

Ulteriori funzionalità - annuncia - saranno implementate con rilasci futuri: fra queste, la funzione di deposito attraverso l’integrazione con il futuro Sistema di negoziazione (Npr), la compilazione del dossier relativo a procedure semplificate e dell’istanza di riconoscimento dell’innovatività, nonché le integrazioni e gli aggiornamenti dei paragrafi/sezioni dell’e-Dossier. Al fine di favorire un passaggio progressivo alla nuova modalità di compilazione del Dossier e raccogliere il necessario feedback delle aziende utilizzatrici, a partire da oggi - dettaglia Aifa - avrà inizio una fase di transizione che si concluderà il 31 agosto 2021, durante la quale le aziende avranno modo di testare l’usabilità del sistema, segnalando eventuali problematiche o riportando proposte di miglioramento. Un percorso, dunque - conclude la nota - che si perfezionerà attraverso il confronto, per giungere a una sempre più efficiente gestione delle richieste di prezzo e rimborso, volta a garantire ai pazienti l’accesso a trattamenti efficaci e sicuri.