Aifa, via libera a richiamo con vaccino Moderna

·1 minuto per la lettura

La Commissione tecnico scientifica (Cts) dell'Agenzia italiana del Farmaco (Aifa), riunita oggi, ha espresso il proprio parere sulla somministrazione di una dose booster del vaccino anti-Covid Spikevax di Moderna. Preso atto della decisione di Ema, la Cts stabilisce di rendere disponibile la dose booster del vaccino Spikevax, a distanza di almeno sei mesi dalla seconda dose, in soggetti di età pari o superiore ai 18 anni.

La Commissione - si legge in una nota - ribadisce inoltre che, come già stabilito per la dose booster di Pfizer, tale opportunità dovrebbe essere offerta in via prioritaria ai soggetti già indicati per il vaccino Comirnaty (Pfizer). La dose booster del vaccino Spikevax sarà inoltre inserita nell’elenco di cui alla L.648/96 per consentirne l’uso eterologo.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli