Aiutanti di classe: cosa fare e cosa evitare

·3 minuto per la lettura
aiutanti di classe
aiutanti di classe

La maggior parte degli insegnanti dà il benvenuto ai genitori che vogliono essere aiutanti di classe; un paio di mani, occhi e orecchie in più sono spesso utili. Inoltre, in questo modo potrete scoprire come sta andando il vostro bambino a scuola. Tuttavia, a volte i genitori troppo zelanti possono fare più male che bene. Ecco alcuni consigli degli insegnanti su ciò che apprezzano di più.

Consultatevi con l’insegnante prima di programmare le vostre ore

Potrebbe pensare che possiate essere più utili in certi momenti che in altri. Se il vostro programma non vi permette questo tipo di flessibilità, dite all’insegnante quando potete essere presenti almeno una o due settimane prima. In questo modo, può pianificare in anticipo la vostra visita.

Presentatevi in orario

Gli insegnanti della scuola elementare pianificano la loro giornata quasi al minuto, quindi dovete essere affidabili. Se siete in ritardo anche solo di dieci minuti, potreste mandare all’aria tutto il suo programma mattutino. È possibile che abbia pianificato la lezione del giorno anticipando la vostra presenza.

Siate coerenti

Fermarsi in classe di tanto in tanto rende difficile per l’insegnante pianificare le lezioni in cui potete aiutare. Cercate di stabilire un orario regolare, ad esempio, ogni due venerdì dalle 9:30 alle 10:30, e attenetevi ad esso.

Chiamate se succede qualcosa

Se non potete rispettare l’appuntamento, cercate di dare il maggior preavviso possibile.

Fate domande

Se cominciate ad aiutare i bambini con una lezione e vi accorgete di non capire le istruzioni dell’insegnante, chiedetegli di chiarire. Altrimenti rallenterete la lezione e confonderete gli studenti.

Offritevi di aiutare con qualsiasi cosa di cui l’insegnante abbia bisogno

Se avete un interesse speciale, come la lettura o l’arte, fate sapere all’insegnante la vostra preferenza, ma assicurategli che siete disposti ad aiutare in qualsiasi cosa.

Chiamate prima l’insegnante se volete portare dei dolcetti speciali

Che vogliate portare torte di compleanno, giochi o un animale domestico, qualsiasi evento speciale richiede una pianificazione. L’insegnante potrebbe aver bisogno di ottenere il permesso dei genitori di altri bambini per certe attività. Se autorizza una merenda, ricordatevi di portare gli extra necessari come piatti, tazze e tovaglioli. Se si porta del cibo, è meglio scegliere qualcosa che possa essere offerto in porzioni singole – come cupcakes o brownies – piuttosto che una torta enorme che deve essere tagliata.

Inoltre, ricordate di parlare con l’insegnante di qualsiasi vostra preoccupazione.

aiutanti di classe consigli
aiutanti di classe consigli

Non concentratevi solo sul vostro bambino

Non sarete di grande aiuto all’insegnante se dedicate tutta la vostra attenzione al vostro bambino. Se preferite lavorare con vostro figlio, create un piccolo gruppo che comprenda anche lui e qualche altro bambino.

Non portate bambini più piccoli in classe con voi

Distrarranno gli studenti e vi impediranno di dare tutta la vostra attenzione all’insegnante e a coloro che siete venuti ad aiutare.

Non fate il lavoro degli studenti al posto loro

Se date loro delle risposte, inavvertitamente intaccherete la loro fiducia e non impareranno veramente. Il vostro obiettivo è quello di aiutarli a capire le cose da soli. Volete che i bambini siano fiduciosi.

Non prolungate troppo il vostro benvenuto

Limitate il vostro volontariato a poche ore alla volta, non un giorno intero, e non più di una o due volte alla settimana.

Non state a guardare

Quando siete aiutanti di classe, aspettatevi di aiutare attivamente gli studenti.

aiutanti di classe genitori
aiutanti di classe genitori

Non presentatevi se siete malati

Non solo esporrete i bambini a infezioni, ma vi stancherete anche voi. Aiutare in classe è un lavoro duro e l’insegnante ha bisogno di voi al meglio. Se siete malati, cancellate la vostra visita – e non sentitevi in colpa per questo.

Non siate negativi con i bambini

Complimentatevi con loro per quello che fanno bene e lasciate che sia l’insegnante a decidere quando è necessario criticare o disciplinare.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli