Al via in Gran Bretagna la sperimentazione del test “Galleri” su ben 50 tipi diffusi di tumore

·1 minuto per la lettura
Una diagnosi precoce ed ematica del cancro
Una diagnosi precoce ed ematica del cancro

Novità significative nella lotta al cancro, arriva la diagnosi precoce attraverso gli esami del sangue e la Gran Bretagna avvia la sperimentazione del test “Galleri” su 50 tipi di tumore. Il principio è quello rivoluzionario per cui potrebbe bastare un solo prelievo di sangue per scoprire precocemente diverse decine di tipologie di tumore.

Cancro, arriva la diagnosi precoce, partiti i test su 140mila volontari del Regno Unito

Il metodo sarà testato con 140mila volontari britannici che si sottoporranno alla più vasta sperimentazione sul tema, un protocollo che verrà gestito dal National Health Service e che è già partito il 13 settembre. Ecco come funziona empiricamente il test:
si esamina il Dna nel sangue per determinare se sono presenti tracce di cellule tumorali.

La diagnosi precoce sul cancro arriva in laboratorio, si chiama “Galleri” e si affida al Dna

E quell’esame è in grado di rilevare cambiamenti chimici in frammenti di Dna privo di cellule (cfDNA), loci che dai tumori finiscono per effrazione nel flusso sanguigno. Attenzione: allo stato dell’arte il test ha un’efficacia variabile per alcuni tipi di tumore, questo perché la quantità di materiale genetico rilasciato nel sangue non è mai la stessa.

Arriva la diagnosi precoce sul cancro: entro il 2023 forse avremo un protocollo valido

Tuttavia, a contare validità ipotetica e volume delle sperimentazioni, la strada pare quella buona. Negli Usa l’esame è stato già valutato con piccole sperimentazioni sull’uomo ed è già utilizzato in casi limite. I risultati del “Galleri” sono attesi per il 2023.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli