Alberto Angela chiude la stagione di “Ulisse” e ricorda: «C’è il futuro da salvare»

·1 minuto per la lettura

Alberto Angela ha chiuso la stagione di “Ulisse” ricordando che «c’è il futuro da salvare».

L'ultima puntata del programma divulgativo più amato di sempre, ha visto la doppia conduzione di Alberto, insieme al padre Piero Angela: uniti per discutere lo «stato di salute della Terra» e il cambiamento climatico.

Il tema della puntata è stato anticipato dal paleontologo anche sulla sua pagina Facebook, dove in un lungo post spiega che «è “speciale” perché per la prima volta il tema del cambiamento climatico viene affrontato in prima serata su Rai Uno con un approfondimento dedicato. Con questa puntata proveremo a fare il punto sullo stato di salute del nostro pianeta, tra dati scientifici e servizi attraverso i quali, negli anni, abbiamo raccontato l’ambiente, la storia e la cultura: la vita in tutte le sue forme», scrive Alberto Angela.

«È “speciale” perché per affrontare un tema così complesso e che tocca la vita di tutti noi abbiamo deciso di unire le forze con Piero, un vero e proprio testimone di oltre 70 anni di avvenimenti che hanno cambiato la storia del mondo».

E conclude: «A pensarci bene questa puntata è “speciale” perché il racconto di questi cambiamenti ci offre anche la chiara risposta per affrontarli.E questa risposta è rappresentata dalle nostre azioni. Il progresso al quale la società contemporanea è approdato ci mostra chiaramente la via. Siamo la prima civiltà su questa Terra che è in grado di comprendere perfettamente cosa sta accadendo. E sappiamo altrettanto bene di avere tutti i mezzi per invertire la rotta. Abbiamo l’obbligo di preservare la Terra per chi verrà dopo di noi. C’è il futuro da salvare».