Alcuni preziosi consigli su cosa fare se ti senti triste dopo il parto

·3 minuto per la lettura
triste dopo il parto
triste dopo il parto

Se ti senti triste dopo il parto non temere: fino all’80 per cento delle mamme si sentono emotive nelle settimane successive, note come baby blues. Anche se la causa esatta è ancora sconosciuta, può verificarsi in parte perché gli ormoni che sostengono una gravidanza sana – estrogeni e progesterone – crollano dopo il parto.

Se ti senti sopraffatta e lunatica dopo l’arrivo del tuo bambino, non sei sola. Ecco cinque consigli per aiutarti a superare la transizione.

Dire sì all’aiuto e no allo stress

Questo è il momento di dire “sì” quando la gente chiede “Posso fare qualcosa?”. Chiedere a un amico di aiutarti a disimballare i regali del bambino o a portare fuori la spazzatura è una richiesta molto ragionevole.

È anche il momento di dire di no quando amici e familiari benintenzionati si trattengono troppo a lungo o vogliono darti dei consigli. Chiedi a qualcuno di aiutarti a gestire le visite, la posta, i regali e le telefonate. Devi concentrarti nel prenderti cura di te stessa e del tuo bambino.

Resta idratata e mangia bene

Mantieni un livello di zucchero nel sangue stabile ed evita sbalzi d’umore con un piccolo pasto ogni poche ore. Tieni degli snack facili da mangiare (noci, barrette di muesli, frutta fresca) e una bottiglia d’acqua a portata di mano nelle zone in cui passi del tempo con il bambino. Lascia che gli amici taglino della frutta o ti preparino un panino.

Gestisci il tuo dolore

Molte mamme dopo il parto hanno dolore durante le prime settimane, sia che si tratti di seni ingrossati, di un cesareo o di una lacerazione vaginale. Se stai seguendo le istruzioni e il tuo dolore non è gestibile, contatta l’ufficio del tuo medico. Oppure chiedi a un amico di aiutarti a fare la telefonata, se non ti senti in grado di farlo. Potrebbe essere necessario modificare i farmaci o vedere il tuo ginecologo per alleviare la tua sofferenza.

triste dopo il parto consigli
triste dopo il parto consigli

Presta attenzione a quando ti senti giù

Sei più emotiva al mattino o tendi a sentirti sopraffatta al tramonto? Se noti uno schema particolare, chiedi al tuo partner o agli amici di sostenerti in quel momento della giornata. Per esempio, se ti senti sola e disconnessa al mattino, chiedi a un amico di organizzare una chiamata o una visita regolare. Se il tuo umore si abbassa nella prima serata, pianifica di coccolare il tuo bambino e guardare un episodio della tua serie preferita. Oppure pianifica uno spuntino che trovi particolarmente delizioso e confortante.

Connettiti con altre mamme

Se ti senti come se nessuno capisse cosa ti sta succedendo, unisciti a un gruppo di mamme. In alternativa, prova una comunità online dove tutti stanno attraversando la stessa cosa. Troverai simpatia, comprensione e compassione.

Se non riesci a scrollarti di dosso la tristezza

Se sei triste dopo il parto, in genere dovresti stare meglio entro due settimane. Se a quel punto sei ancora triste, potresti avere una depressione post-partum (DPP) o un’ansia post-partum. Altri sintomi includono cambiamenti nell’appetito (mangiare troppo o troppo poco), incapacità di dormire anche se sei esausta, poco interesse per il tuo bambino, irritabilità o rabbia, pensieri ossessivi sulla sicurezza del tuo bambino, o qualsiasi forte emozione che interferisca con la tua capacità di avere una routine normale.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli