Alec Baldwin processato per omicidio colposo, il legale: «Un terribile errore giudiziario»

Il legale di Alec Baldwin commenta la decisione dei giudici di processare l’attore per omicidio colposo.

La District Attorney dell'area di Santa Fe, Mary Carmack-Altwies, ha annunciato che Baldwin verrà accusato formalmente entro la fine di gennaio di due accuse di omicidio colposo per aver ucciso la direttrice della fotografia Halyna Hutchins sul set di «Rust» nell’ottobre 2020.

«Questa decisione distorce la tragica morte di Halyna Hutchins e rappresenta un terribile errore giudiziario. Il signor Baldwin non aveva motivo di credere che ci fosse un proiettile vivo nella pistola - o in qualsiasi parte del set del film», ha detto l'avvocato di Baldwin, Luke Nikas, in un comunicato.

«Si è affidato ai professionisti con cui ha lavorato, che gli hanno assicurato che la pistola non aveva proiettili veri. Combatteremo queste accuse e vinceremo».

Carmack-Altwies ha riferito alla CNN dopo l’annuncio: «Non ha fatto ciò che doveva fare per salvaguardare l’incolumità delle persone che lo circondavano. Non hanno esercitato la dovuta cautela».

Parlando della «scarsa cura su quel set», la PM ha aggiunto: «Un attore non ottiene un lasciapassare solo perché è un attore».

Baldwin dovrà rispondere alle accuse sia come attore, sia come produttore di «Rust».

Tuttavia, Carmack-Altwies ha confermato che non c’è stato nessun tentativo di arresto.