Alessandra Mussolini in lacrime: "Non fatemi piangere"

Alessandra Mussolini (Photo by Stefano Montesi - Corbis/Corbis via Getty Images)

Alessandra Mussolini non si era mai mostrata così, come invece ha fatto venerdì 28 febbraio a “Vieni da me”. Intervistata da Caterina Balivo, ha raccontato vari aneddoti della sua famiglia e non è riuscita a trattenere le lacrime dopo la messa in onda delle immagini di suo padre nel 2002, quando cantavano insieme a “Domenica In”.

VIDEO - Belve, Giorgia Meloni: “Alessandra Mussolini? Non la stimo, è cattiva. Lo è con tutte le donne”

Gli aneddoti sulle nonne

La parlamentare ha raccontato prima delle due nonne: nonna Rachele, moglie di Benito Mussolini, donna estremamente rigida e severa, e nonna Romilda, un’altra presenza ingombrante, mamma di Sophia Loren, zia di Alessandra. “Ho due rami che esplodono – ha spiegato – ma nella mia famiglia hanno sempre comandato le donne. Noi i mariti non li consideriamo, contano fino a un certo punto”.

Il rapporto con la zia, Sophia Loren

E a proposito della zia attrice, “zia Sophia – ha continuato la Mussolini – aveva una villa bellissima con cavalli e piscine. Casa nostra era grande quanto la stanza in cui lei si cambiava le parrucche. Lei ha sempre pensato che con cotanto cognome non avrei potuto fare strada nel mondo dello spettacolo”.

VIDEO - Alessandra Mussolini sul caso delle baby squillo: "Perdonare mio marito? Ma siamo matti?"

L’amore nei confronti del padre

La parlamentare si è poi commossa parlando del padre: “Non ho mai vissuto papà in casa, non l'ho mai visto banalmente in pigiama. Quando ha avuto un'altra figlia è stata una botta, io e mia sorella lo abbiamo vissuto come un tradimento definitivo”.

Ha poi raccontato della ferita mai rimarginata: “Io ero grande, avrò avuto 28 anni. Non l’ho mai raccontato. Lui raccomandò all'altra figlia di mettersi il cappello perché faceva freddo. Incredibile la gelosia, per me è stata una cosa che non ho elaborato. Adoravo mio padre, gli dicevo perché l’hai fatto?”.