Alessandro Haber in sedia a rotelle: colpa di un intervento andato male

Un David, un Globo d’oro e cinque Nastri d’argento: questi i premi collezionati nella gloriosa carriera da Alessandro Haber, che oggi è costretto a stare in sedia a rotelle.

Colpa di un intervento andato male, che gli ha tolto l’autonomia: sono otto mesi infatti che l’attore 75enne ha problemi a deambulare come da lui raccontato nell’intervista al quotidiano «Libero».

«Sto facendo terapie per una operazione che non è andata bene. Poi ne ho fatta un’altra. Sto provando a riprendermi. Fatto sta che guardo il mondo a mezz’altezza. Lavoro, provo in teatro, vado ai concerti. Però non sono autonomo».

Tra i celebri i registi con i quali ha lavorato ci sono anche Bellocchio, Avati, Pieraccioni e Veronesi.

Negli ultimi anni ha portato in scena nei principali teatri italiani, lo spettacolo «Haberowski».

Al cinema nel 2018 si è calato nei panno del Cardinale Mazzarino nel film «Moschettieri del re - La penultima missione» di Giovanni Veronesi. Dopo 15 anni, nel 2019, è tornato a fare squadra con Pupi Avati nel suo nuovo film «Il signor Diavolo».