Alessandro Michele presenterà la nuova collezione Gucci in una miniserie da sette episodi

Di Barry Samaha
·1 minuto per la lettura
Photo credit: Alessandro Zeno
Photo credit: Alessandro Zeno

From Harper's BAZAAR

L'annuncio è arrivato mentre gran parte dell'Europa si avviava al lockdown 2.0: la maison fiorentina guidata da Alessandro Michele darà vita al GucciFest, un festival di film di moda virtuale che sarà trasmesso in streaming su YouTube, Weibo e sul sito dedicato GucciFest.com dal 16 al 22 novembre.

L'attrazione principale sarà il debutto della miniserie Ouverture of Something That Never Ended, co-diretta dal regista Gus Van Sant e dal direttore creativo di Gucci Alessandro Michele, realizzata in sette episodi. Girata a Roma, si concentra sulla giornata tipo dell'artista e performer Silvia Calderoni: non mancano tuttavia le apparizioni di ambasciatori del marchio tra cui Harry Styles, Billie Eilish, Jeremy O. Harris e Florence Welch. Ogni episodio verrà pubblicato in un giorno diverso del GucciFest.

[instagram align = 'center' id = 'CHNwpXwAOBc'] https://www.instagram.com/p/CHNwpXwAOBc [/ instagram]

Ouverture of Something That Never Ended arriva dopo la Trilogia dell'amore di Michele, iniziata con una sfilata alla Milano Fashion Week a febbraio e conclusasi con la presentazione digitale della collezione Epilogue a luglio. Due mesi prima, Michele aveva scritto Notes from the Silence, una lettera aperta che comunicava la sua intenzione di evitare il tradizionale calendario della moda, limitando permanentemente a due il numero di sfilate che Gucci realizza ogni anno. La collezione per GucciFest è la prima pensata in questa ottica.

GucciFest proietterà in questa occasione anche i fashion film di 15 designer emergenti: Ahluwalia, Shanel Campbell, Stefan Cooke, Cormio, Charles De Vilmorin, JordanLuca, Mowalola, Yueqi Qi, Rave Review, Gui Rosa, Rui, Bianca Saunders, Collina Strada, Boramy Viguier e Gareth Wrighton. Tutti sono stati selezionati con cura da Michele per i loro punti di vista forti.