Alessandro Preziosi debutta alla regia

·1 minuto per la lettura

Alessandro Preziosi passa dietro la cinepresa.

Per il suo debutto alla regia ha scelto «La legge del terremoto», un docufilm sul sisma in Irpinia del 1980, presentato nelle ultime ore al Giffoni Film Festival.

«Ho sentito qui un impatto unico del film», dice Alessandro Preziosi all'Ansa. «Mi ha stupito vedere come questi ragazzi, più di tante altre persone che hanno visto il documentario, abbiano apprezzato e colto tutte le varie cifre del mio tentativo di raccontare una parte del mio Paese».

La stagione in arrivo vede Preziosi già molto impegnato con la possibile seconda stagione della serie crime "Masantonio - Sezione Scomparsi". Nel frattempo sbarcherà su Netflix con un film dal tocco romantico «Mio fratello, mia sorella» di Roberto Capucci e con la commedia «Bla Bla Baby» di Fausto Brizzi.

Ma il cinema non è l'unico focus del napoletano, che al contempo punta a riabilitare l'interesse per gli spettacoli teatrali.

«La ripresa vera si avrà solo in futuro perché è un settore che necessita di programmazione», spiega il 49enne a Leggo.

«Sarà difficile riuscire a portare la gente a teatro e questa dovrà essere la sfida di ogni artista. Il Covid ha creato un cortocircuito, ma mi aspetto che con l'unione di tutte le forze, la piattaforma Italia potrà rinascere».

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli