Alessandro Preziosi su Black Out – Vite Sospese: «È stata tra le esperienze più difficili»

Alessandro Preziosi ha dovuto fare i conti con i suoi demoni interiori sul set della fiction «Black Out – Vite Sospese».

Per girare il nuovo mistery-drama di Rai 1, l’attore si è trovato a convivere con i colleghi Rike Schmid, Marco Rossetti, Aurora Ruffino, Caterina Shulha, Maria Roveran e l’attore francese Mickaël Lumière.

«Personalmente è stata tra le esperienze più difficili della mia carriera. Siamo stati per 13 settimane in un luogo dove non c’era niente e questo non mi era mai capitato prima. Non è stato facile».

Anche l’altitudine ha giocato un brutto scherzo a Preziosi, che trovatosi lontano dal gruppo su un pendio scosceso si è fatto prendere dal panico.

«Era una bellissima giornata di sole ed eravamo in una pendenza importante, con le ciaspole. Insomma, cominciamo a salire, e come ti giri vedi che è tanto pendente, e che c'è uno strapiombo», racconta Preziosi in conferenza stampa.

«Io sono alto, faccio sport, ma in fondo sono un uomo di mare - prosegue l'attore napoletano - e vedo Massimo, uno scalatore vero, che ci ha distanziati. A un certo punto, Marco Rossetti mi corre incontro e comincio a urlare, fino a che mi arriva a due centimetri dalla faccia. È stato uno degli episodi più delicati, ora siamo tutti qui e lo possiamo raccontare... ma insomma mi sono detto: è finita, che cavolo».

La serie, articolata in otto episodi, vede preziosi calarsi nella parte di Giovanni Lo Bianco, un broker finanziario cresciuto nei bassifondi di Napoli che dopo la morte della moglie decide di prendersi una vacanza in un lussuoso hotel in Trentino nel tentativo di trovare un po' si serenità per sé e i due figli, Riccardo ed Elena.

«Qui sono Giovanni Lo Bianco, un papà vedovo con due figli che per riprendersi ha deciso di prenotare una vacanza in montagna con loro. Sono un broker, ma anche questa volta ho un passato segreto dal quale pensavo di essermi allontanato. Sono un uomo in difficoltà. Quando tutto sembra più o meno risolvibile, un incontro (con Marco Rossetti) lo catapulta in un black out forte, finché le vicende personali - non facciamo spoiler - vengono assorbite dal disastro che attende tutti i personaggi».

La prima puntata di «Black Out – Vite Sospese» andrà in onda a partire dal 23 gennaio in prime time su Rai 1.