Alito cattivo rimedi: come combatterlo naturalmente

Alito cattivo rimedi

L’alitosi a volte può essere una compagna fastidiosa nella vita di una persona. Circa il 50% delle persone ne soffre, e nella maggior parte dei casi è dovuta ad una limitata igiene orale. È un disturbo che affligge qualsiasi individuo, indipendentemente dall’età e dal sesso anche se con l’ avanzare degli anni il problema potrebbe diventare sempre più persistente. Non solo l’alito cattivo è sgradevole per un fattore di igiene, ma può risultare spiacevole anche sul campo sociale, compromettendo le proprie relazioni.

Alito cattivo: le cause

L’alitosi, detto anche alito cattivo, è l’ emissione di aria poco gradevole che fuoriesce dalla bocca in situazioni di tutti i giorni, come quando si parla con amici, o quando semplicemente si respira. È un problema che potrebbe presentarsi in modo sporadico o permanente, nelle prime ore del mattino o dopo ogni pasto.

Le cause di un alitosi sono varie e di natura diversa, ma nella maggior parte dei casi, il 90%, l’alito cattivo ha inizio in bocca ed è dovuto ad una scarsa igiene dentale. Oltre a ciò, potrebbe esserci il problema della bocca secca facendo partire, così, un processo di alitosi.

A scatenare l’alito cattivo, però, potrebbe anche non partire dal cavo orale ma da delle proprie malattie, come le malattie respiratorie, le malattie sistematiche o le malattie digestive. Le ragioni, poi, si possono anche nascondere in sostanze che introduciamo nel nostro organismo, come i latticini, lo zucchero, il caffè, la cipolla e i farmaci. Generalmente, se la causa della propria alitosi è causata da alimenti specifici, il problema non sarà altro che temporaneo.

Anche lo stress, il fumo, l’ alcool, le carie, una dieta povera di carboidrati e la scarsa salivazione giocano un ruolo fondamentale nell’alitosi. Il fumo, ad esempio, è uno tra i fattori più numerosi che porta un individuo qualsiasi ad avere il problema dell’alito cattivo. La nicotina, inoltre, porta altri diversi tipi di problemi al cavo orale, come le gengive irritate, i denti macchiati e un senso di riduzione del gusto.

Alito cattivo rimedi all’alitosi

Una delle cose più opportune da fare è quello di parlarne con uno specialista odontoiatra, il quale sarà in grado poi, dopo un’ attenta visita, di trovare la causa scatenante della vostra alitosi e cercare una valida soluzione al vostro problema. Ma prima di rivolgervi ad uno specialista, sarebbe opportuno intensificare la vostra igiene orale.

Come già accennato precedentemente, nella maggior parte dei casi, l’ alitosi, nasce da una scarsa igiene dentale; pertanto un cambiamento radicale nella pulizia della bocca di tutti i giorni, potrebbe già essere un’ efficace soluzione al problema. In aggiunta ad un’adeguata pulizia dei denti, sarebbe opportuno anche prendersi del tempo per la pulizia della lingua e l’ utilizzo del filo interdentale, quest’ultima almeno 1 o 2 volte al giorno.

Si ricorda anche di scegliere collutori e dentifrici adatti, che contengono principi attivi antibatterici come il fluoro, gli olii essenziali, lo zinco e gli eteri aromatici.

  • Pulire i denti almeno 3 volte al giorno.
  • Usufruire del filo interdentale 1 o 2 volte al giorno per togliere vari residui di cibo.
  • Utilizza un collutorio adatto al tuo problema; prima di sputare sciacquare la bocca per almeno 30 secondi.

Inoltre, un buon consiglio, è quello di prendere l’abitudine di masticare chewing gum senza zucchero, per favorire la produzione della saliva.