Allarme: migliaia di migranti in partenza dalla Libia

A bordo dell'Open Arms (AP Photo/Santi Palacios)


La Ocean Viking, nave delle Ong Sos Méditerranée e Medici Senza Frontiere con a bordo 403 migranti soccorsi nel Mediterraneo, ha attraccato a Taranto la mattina del 29 gennaio. Altri 300 migranti sono stati soccorsi dalla Alan Kurdi (in viaggio verso Malta) e dalla Open Arms (che per ora rimane in attesa del permesso di sbarco).

I nuovi arrivati provengono soprattutto da Marocco, Guinea, Senegal, Burkina Faso, Kenya, Nigeria, Mali e Somalia, ma con tutta probabilità saranno presto raggiunti dai migliaia di migranti in fuga dal conflitto in Libia, a causa del periodo di altissima tensione nel Paese. A lanciare l'allarme è Alarm Phone, il servizio per i naufraghi nel Mediterraneo, che ha annunciato che "negli ultimi 5 giorni sono arrivate segnalazioni su 9 imbarcazioni con un totale di circa 650 persone a bordo" e ha parlato di "fuga di massa dalla Libia".


GUARDA IL VIDEO: Naufragio Lampedusa, il salvataggio commuove il mondo


Nonostante la Conferenza di pace di Berlino dello scorso 19 gennaio si sia conclusa promettendo il cessate il fuoco e un sostanziale impegno, da parte della comunità internazionale, allo stop della vendita di armi alle due fazioni in guerra a Tripoli, infatti, il generale Khalifa Haftar ha ripreso i bombardamenti contro civili, colpendo la città di Abu Grein, circa 120 chilometri da Misurata, e una scuola di Tripoli. La tregua libica, insomma, è tutto fuorché terminata.


GUARDA IL VIDEO: Salvini: “Denuncio Conte e Lamorgese per sequestro di persona”