Allergie alimentari nel bambino: cibi e sintomi

Allergie alimentari nel bambino
Allergie alimentari nel bambino

Le allergie alimentari nel bambino sono piuttosto diffuse. Scopri quali cibi sono i maggiori colpevoli e come riconoscere eventuali segnali allergici.

Allergie alimentati nel bambino: i maggiori colpevoli

Secondo la Food and Drug Administration, questi alimenti tendono a causare la maggior parte dei problemi. Infatti, rappresentano circa il 90% delle reazioni allergiche alimentari. Tuttavia, alcuni esperti raccomandano di introdurre questi cibi fin dall’inizio. Infatti, è stato dimostrato che in questo modo i bambini possono essere meno vulnerabili a eventuali allergie.

  1. Latte

  2. Uova

  3. Pesce (spigola, merluzzo)

  4. Crostacei (granchio, aragosta, gambero)

  5. Noci (mandorle, noci, noci pecan, nocciole)

  6. Arachidi

  7. Grano

  8. Soia

I sintomi chiave

Le reazioni di solito si verificano poco dopo il consumo, quindi controlla attentamente il tuo bambino dopo i pasti, soprattutto se hai introdotto un nuovo alimento.

Problemi di pelle

  • Orticaria

  • Eruzioni cutanee pruriginose

  • Gonfiore

I segni più comuni di allergie alimentari nel bambino sono correlati alla pelle. A volte l’eczema è l’unico sintomo visibile di un’allergia alimentare e scompare una volta che il cibo è rimosso dalla dieta del bambino. I più piccoli possono anche sviluppare lividi e orticaria, prurito, formicolio, rossore e gonfiore intorno alle labbra e la gola.

Problemi di respirazione

  • Starnuti

  • Strettezza della gola

le Allergie alimentari nel bambino
le Allergie alimentari nel bambino

Problemi di stomaco

  • Nausea

  • Vomito

  • Diarrea

Problemi di circolazione

  • Pelle pallida

  • Testa leggera

  • Perdita di coscienza

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli