In America hanno fatto una legge sulla stagione della caccia a Bigfoot

Di Redazione
·2 minuto per la lettura
Photo credit: RichVintage - Getty Images
Photo credit: RichVintage - Getty Images

From Esquire

Immagino abbiate tutti confidenza con l'idea di Bigfoot: una creatura leggendaria (non esistente, mi dispiace), dalle fattezze di un enorme uomo scimmia che secondo le credenze abita i boschi degli Stati Uniti e che da più di un secolo è protagonista di avvistamenti, racconti, foto molto mosse o celebri filmati dalla dubbia veridicità.

Bigfoot è anche un'icona pop e cinematografica, un mostro misterioso entrato nell'immaginario di tutti, che appare su magliette, tazze, cartoni animati e tatuaggi. Questo per dire che quando Justin Humphrey, rappresentante dello stato dell'Oklahoma, ha presentato un disegno di legge per stabilire una stagione di caccia ufficiale alla creatura, sono rimasti tutti un po' perplessi.

Ecco il testo: "La Oklahoma Wildlife Conservation Commission promulgherà le regole che stabiliscono una stagione di caccia a Bigfoot. La Commissione fissa le date della stagione annuale e crea le licenze e le tasse di caccia specifiche necessarie. Questo atto entrerà in vigore il 1° novembre 2021". Ecco qua, siete pronti?

In realtà l'idea di Humphrey è mano pazza di quello che sembra ed è proprio lui a spiegare il perché: "Il turismo è una delle maggiori attrazioni che abbiamo. Stabilire una vera stagione di caccia e rilasciare licenze per le persone che vogliono trovare Bigfoot attirerà semplicemente più gente nello stato. Sarà un ottimo modo per godersi le nostre bellezze naturali e divertirsi".

Humphrey ha solo introdotto il disegno di legge preliminare, ma lavorerà con i dipartimenti statali per la fauna selvatica e per il turismo stilando una versione definitiva, che tra l'altro includerà una postilla fondamentale: non bisognerà uccidere Bigfoot ma semplicemente catturarlo e la taglia da raccogliere sarà di 25 mila dollari (un strano animalismo per creature immaginarie, ma alla fine va bene così).

E quindi se siete convinti che l'insediamento di Biden sia il momento di politica a stelle e strisce da seguire, be' avete fatto male i conti, perché da novembre in Oklahoma ci si diverte sul serio.