Ana de Armas: «James Bond donna? Non serve»

Ana de Armas è contraria all’idea di trasformare in donna il personaggio di James Bond.

L’attrice, che ha interpretato l’agente CIA Paloma nell’ultimo film «No Time To Die, ha chiarito il suo pensiero in un’intervista con il The Sun, affermando che la super-spia dovrebbe continuare a essere un uomo.

«Non c’è necessità di una donna Bond», ha dichiarato. «Non ci dovrebbe essere nessun bisogno di rubare il personaggio a qualcun altro, di prendere il sopravvento… È un romanzo, e porta in questo mondo di James Bond e in questa fantasia di quell'universo in cui si trova».

Tuttavia Ana pensa che i personaggi femminili che appaiono nei film della saga sull’agente 007 dovrebbero avere dei ruoli più centrali e profondi.

«Quello che vorrei è che i ruoli femminili nei film di Bond, anche se Bond continuerà ad essere un uomo, venissero rappresentati in modo diverso. Che gli venisse data una parte più sostanziale e un riconoscimento. Penso che questo sia un aspetto più interessante rispetto a un capovolgimento delle cose».

Daniel Craig ha espresso lo stesso concetto in un’intervista rilasciata a Radio Times: più ruoli per le attrici, ma senza cambiare l’identità di Bond.

«Dovrebbero esserci più parti per le donne e per gli attori di colore. Perché una donna dovrebbe interpretare James Bond quando potrebbero esserci ruoli prestigiosi quanto James Bond, ma per una donna?», ha detto l’attore britannico.

La produttrice Barbara Broccoli ha aperto «a un Bond di colore, ma uomo».

Intanto i fan attendono con trepidazione il nome del successore di Daniel Craig, che ha lasciato la saga dopo cinque film.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli