Andrew Garfield ha sensi di colpa perché non ha figli


Andrew Garfield ha "un po' di sensi di colpa" per non essersi accasato e aver messo su famiglia. La star hollywoodiana compirà 40 anni l'anno prossimo e ha ammesso di aver sempre pensato che sarebbe stato il primo nel suo gruppo di amici più stretti a sposarsi e ad avere figli, ma la sua carriera nel mondo del cinema si è messa di mezzo. L'attore ha detto alla rivista GQ: "Oh, Dio. Da dove comincio a spiegare il motivo per cui non è successo? No, si tratta più di accettare un percorso diverso da quello che ci si aspettava da me fin dalla nascita. Penso di avere dei sensi di colpa per questo. E ovviamente è più facile per me come uomo...". Tuttavia il divo ha anche ammesso di essere stato in qualche modo “liberato” non adempiendo all'"obbligo sociale di procreare" entro i 40 anni.
Sul suo prossimo compleanno ha detto: “È interessante. Sembra lontano. Devo iniziare a pensare a una bella festa. Se organizzo qualcosa di divertente, sarà fantastico. E la buona notizia è che con tutti i miei amici del liceo stiamo per festeggiare (i 40 anni) insieme”. “Liberarmi dall'obbligo sociale di procreare entro i 40 anni è stata una cosa interessante da fare per me stesso (ride, ndr)”, ha aggiunto.
Nell’intervista la star di ‘Spider-Man’ si è anche aperta sulla devastante perdita di sua madre Lynn, morta di cancro al pancreas nel 2019, e sul profondo effetto che questo lutto ha avuto su di lui e su come vede il suo successo.
Ha fatto sapere: “Ho pensato molto al motivo di questa strana pace che sto vivendo. Penso che la perdita di mia madre sia stata una cosa importante. Quel cataclisma è un cambiamento che si riverbera per sempre con una più profonda consapevolezza della realtà. Sulla brevità di questa finestra che abbiamo”.