Anne Hathaway esclude un sequel de «Il Diavolo Veste Prada»

Anne Hathaway dice di no a un eventuale sequel de «Il Diavolo Veste Prada».

Durante il programma televisivo «The View», l’attrice ha commentato i recenti rumors a proposito di un secondo capitolo del successo cinematografico del 2006.

Nella pellicola originale, basata sull’omonimo romanzo di Lauren Weisberger, la star ha recitato al fianco di Meryl Streep e Emily Blunt. Nel 2013, l’autrice ha poi pubblicato un nuovo libro, intitolato «La vendetta veste Prada», di cui ad oggi non è stata realizzata alcuna trasposizione cinematografica.

A proposito dell’eventuale sequel, Hathaway ha risposto: «Non so se potrebbe esserci un altro film… quel film è stato realizzato in un’epoca diversa».

Nella pellicola originale, Andy ed Emily lavoravano per la prestigiosa rivista cartacea diretta dalla temibile Miranda Priestly: un format che, secondo l’attrice americana, sarebbe fuori dai tempi di oggi.

«Ora tutto è diventato digitale e quel film si concentra sul concetto di produrre una cosa fisica ed è davvero, semplicemente, tutto diverso», ha aggiunto. «Pensare ad Andy ed Emily che devono portare a Miranda il suo caffè ed è lì da qualche parte in Europa è un pensiero che mi tenta. E poi lungo il percorso recuperano Stanley Tucci in Italia, che è in un ristorante. Il pensiero è allettante, ma non penso accadrà».

Ad Anne, tuttavia, non dispiacerebbe rivedere il film, ma con attori diversi. «Potrebbero rilanciarlo, prendere nuovi attori e farlo».