Ansia: come calmarla con le tecniche di respirazione profonda

Al ritmo veloce della vita moderna, non sorprende che molti di noi si sentano spesso sopraffatti.

Ma anche se non è sempre possibile andare a una lezione di yoga o fare una sessione di meditazione completa, dedicare qualche minuto per concentrarsi sulla respirazione può fare la differenza. È il consiglio della psicologa Dawn Baxter, che in questi casi suggerisce di dedicare un paio di minuti a radicarsi e concentrarsi sul respiro.

«Regalati uno spazio che sia calmo e se non del tutto silenzioso, privo di rumori forti e distrazioni - spiega l’esperta -. Chiudi gli occhi se possibile e inspira per quattro secondi, trattenendo il respiro per sette secondi, ed espirando per otto secondi».

Ripeti il processo e mantieni la mente concentrata sul conteggio.

Dawn osserva che questo tipo di lavoro respiratorio di rilassamento consente al corpo di calmarsi, la pressione sanguigna si stabilizza, questo affinché l'ossigeno soddisfi i tuoi bisogni vitali e rallenti la mente.

«La concentrazione intenzionale sul respiro e il flusso ritmico prendono il sopravvento per calmare e lenire calmando il panico interiore e riportando la mente a qualcosa di pratico per il tuo corpo, che ti fa sentire bene», continua l'esperta. «Cerca di non ignorare il battito del tuo cuore quando sei ansioso, ma non permettere che causi allarme, sii in pace con esso finché non si stabilizza».

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli