Antidolorifici: bisogna consultare il medico prima di darli al bambino?

·3 minuto per la lettura
antidolorifici
antidolorifici

Se il tuo bambino ha meno di 3 mesi, assicurati di parlare con il suo medico prima di dargli antidolorifici. Infatti, il medico dovrebbe prima dargli un’occhiata. I bambini molto piccoli possono ammalarsi abbastanza rapidamente, quindi se il tuo bambino ha la febbre o un dolore sospetto, è importante farlo controllare.

Poiché questi antidolorifici possono coprire i sintomi del tuo bambino – rendendo più difficile per un medico diagnosticare il problema – non vorrai dargli una dose prima di andare dal medico. Ricorda, inoltre, che dovresti assolutamente evitare alcuni farmaci.

È necessario consultare il medico prima di dare antidolorifici al bambino?

Se il tuo bambino ha almeno 3 mesi, puoi dargli la giusta dose di acetaminofene per bambini, ma non essere troppo veloce a farlo. La febbre aiuta il corpo a combattere le infezioni, quindi vorrai abbassarla solo se sta rendendo il tuo bambino molto irrequieto o incapace di riposare. Ci possono essere casi in cui una dose di acetaminofene o ibuprofene darà conforto al tuo bambino quando non è malato ma ha dolore. Ad esempio se sta mettendo i denti.

Se il tuo bambino ha 6 mesi o più e la sua febbre raggiunge o supera i 38 gradi, dovrai parlare con il medico. Tieni anche presente che mentre questi farmaci possono aiutare a rendere il tuo bambino più confortevole, non fanno nulla per guarire un’infezione se è malato.

La maggior parte delle infezioni sono causate da virus (che non possono essere sconfitte dagli antibiotici). Un’infezione grave può anche essere causata da batteri, e il tuo bambino avrà bisogno di un antibiotico per combattere uno di questi. La temperatura non ti dirà la differenza tra un virus e un batterio, purtroppo. I neonati e i bambini piccoli a volte hanno temperature elevate anche con virus minori.

antidolorifici per bambino
antidolorifici per bambino

Cosa fare se il bambino non sta bene

Una buona regola pratica: se il tuo bambino si comporta bene quando la sua temperatura è normale ma è stanco quando la sua temperatura sale, probabilmente ha un virus. Questo significa che non ha bisogno di un antibiotico e potresti essere in grado di farlo stare tranquillo con acetaminofene o ibuprofene. Se ha sintomi specifici – come difficoltà a respirare, grugnire, tirare le orecchie o irritabilità – quando la sua temperatura è normale, allora dovresti chiedere al medico di dargli un’occhiata. E naturalmente, se non sei sicura, chiamalo.

È fondamentale dare al tuo bambino la giusta dose di acetaminofene o ibuprofene per il suo peso, usando la siringa o il contagocce che viene fornito con la bottiglia, non un cucchiaino. Se gliene dai troppo poco, il farmaco potrebbe non funzionare e sarai tentata di dargliene di più in altre quattro ore. Se la dose è corretta, invece, l’effetto dura più a lungo. Non superare mai le dosi raccomandate al giorno: cinque dosi di acetaminofene al giorno o tre dosi di ibuprofene al giorno. Meglio ancora, limitati a solo una o due dosi al giorno di entrambi.

Troppo acetaminofene può essere tossico per il fegato, e l’ibuprofene può essere tossico per i reni e causare disturbi allo stomaco se preso continuamente. Le gocce concentrate di acetaminofene per bambini sono state gradualmente eliminate e sostituite da una medicina per bambini che è meno concentrata.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli