Approvato il green pass europeo, ecco nei dettagli come torneremo a fare i turisti

·2 minuto per la lettura
Photo credit: Getty Images
Photo credit: Getty Images

Quanto abbiamo desiderato metterci uno zaino in spalla e andare a scoprire una nuova città, tornando a viaggiare in libertà come succedeva nei tempi pre pandemia. Ebbene, questo sogno diventerà realtà dal 1 luglio, data in cui entrerà finalmente in vigore il green pass.

Ad annunciarlo è stato il Parlamento europeo che ha approvato definitivamente il certificato. La sua funzione? Permettere ai cittadini europei di spostarsi all'interno dell'Unione senza quarantena e tampone obbligatorio all'arrivo. In pratica potremo atterrare a Parigi, Amsterdam, Barcellona e goderci da subito una meritata vacanza, evitando lo stand by delle precedenti misure sanitarie.

Photo credit: Still on Unsplash
Photo credit: Still on Unsplash

Ottenere il green pass è meno complicato di quanto si possa pensare, infatti il certificato si ottiene gratuitamente presso strutture ospedaliere, studi medici, hub vaccinali o laboratori di analisi e può essere rilasciato in formato cartaceo o digitale, tramite un QR code. I requisiti per averlo sono: vaccinazione, ovvero che siano passati almeno 14 giorni dall'iniezione che immunizza, guarigione dal Covid-19 oppure risultato negativo di un tampone. Occhio però alla scadenza del green pass che non è infinito: per i vaccinati ha una valenza di nove mesi, di sei per chi è guarito dal Covid-19, di 48 ore che chi si è sottoposto a tampone.

Quella che ne esce è l'immagine di una procedura piuttosto snella che, nell'interesse di tutta Europa, punta a semplificare gli spostamenti e favorire la ripresa dell'economia anche grazie a un'estate di turismo responsabile. In questo contesto, ogni paese potrà prevedere un databas digitale di e-health per gestire i pass e decidere eventualmente di re-inserire quarantena o test nel caso in cui i dati epidemiologici rendano necessario il rafforzamento delle misure sanitarie. Ad oggi però, con i nuovi casi in declino e le vaccinazioni in aumento, possiamo lasciarci andare all'euforia di un viaggio senza pensieri.