Appuntamenti di gioco: guida per i più piccoli

·4 minuto per la lettura
appuntamenti di gioco
appuntamenti di gioco

I bambini potrebbero adorare gli appuntamenti di gioco, e voi potreste apprezzare la possibilità di passare del tempo con un altro adulto. Ecco alcune linee guida per degli appuntamenti di gioco divertenti e e senza problemi. Ricordate che esistono innumerevoli giochi da poter fare insieme, e questi contribuiranno a uno sviluppo sano.

Creare un “appuntamento”

Prendete spunto da vostro figlio. Per capire chi potrebbe essere un buon compagno di giochi per lui, vedete chi sembra attratto da lui in un ambiente di gruppo, come all’asilo o al parco giochi. Se è abbastanza grande da esprimere una preferenza, chiedetegli chi vorrebbe invitare.

Il vostro bambino e il suo ospite non devono avere la stessa età. Accoppiare bambini di età diverse ha alcuni vantaggi: un bambino più grande può aiutare a dirigere il gioco di uno più giovane e può apprezzare di essere il “bambino grande”. Tenete anche conto di come potrestete andare d’accordo con chi si occupa dell’altro bambino. Anche un breve incontro di gioco può sembrare che vada avanti all’infinito se non avete un buon rapporto con l’altro adulto – o se avete approcci molto diversi all’educazione e alla disciplina.

Mantenete le dimensioni ridotte. Limitate gli appuntamenti di gioco a un amico alla volta. Altrimenti è troppo facile per un bambino sentirsi escluso, e condividere i giocattoli diventa molto più difficile.

Lasciate che sia breve. Un’ora va bene per una prima visita, e due ore sono sufficienti per un incontro tra buoni amici. Siate pronti a terminare presto un incontro di gioco se uno dei due bambini diventa stanco o irritabile.

Informatevi sul cibo. Gli incontri di gioco spesso includono spuntini, quindi è una buona idea chiedere agli altri genitori in anticipo se il loro bambino ha allergie o sensibilità alimentari. Aiuta anche a scoprire cosa piace mangiare al loro bambino, in modo da poterlo avere a portata di mano.

Preparazione per un appuntamento di gioco

Mettete via i suoi giocattoli preferiti. Potete parlare di condivisione fino a quando non siete blu in faccia, ma aspettarvi che vostro figlio sia generoso con i suoi giocattoli più cari è probabilmente aspettarsi troppo. Prima che arrivi la sua amica, mettete via tutti i giocattoli che sapete che probabilmente non vorrà condividere.

appuntamenti di gioco bambini
appuntamenti di gioco bambini

Disponete i giocattoli che sono facili da condividere. Un set di treni, blocchi o pasta da gioco sono buone possibilità. Potete anche avere giocattoli pronti che il vostro bambino non avrà problemi a condividere. Tuttavia, non sorprendetevi se improvvisamente cerca di rivendicare un giocattolo trascurato non appena il suo amico si interessa a esso.

Organizzare le attività dell’incontro di gioco

Date il via alle cose. Spendete un po’ di tempo per aiutare i bambini a impegnarsi in un’attività come costruire blocchi o far correre le macchinine. Se entrambi i bambini hanno meno di 2 anni, probabilmente saranno più interessati a giocare da soli che tra di loro. Questo non significa che l’appuntamento di gioco sia un fallimento. In realtà è un buon segno: giocare fianco a fianco – chiamato gioco parallelo – sviluppa importanti abilità sociali.

Offrite delle scelte. Preparate diverse attività di gioco semplici e aperte. Per esempio, mettete fuori carta e pastelli o colori a dita, o rifornite una sabbiera con pale e secchi.

Rimanete vicini. I bambini piccoli stanno appena imparando a interagire con gli altri, quindi è una buona idea che voi e chi si occupa del vostro ospite stiate vicini e li aiutiate quando hanno bisogno di una piccola guida. Non solo potete tenerli d’occhio per assicurarvi che siano al sicuro, ma potete anche notare se è il momento di cambiare attività.

appuntamenti di gioco bambini consigli
appuntamenti di gioco bambini consigli

Risolvere i conflitti

Lasciate che i bambini cerchino di risolvere i loro problemi da soli. Anche se dovreste tenere d’occhio i bambini durante l’incontro di gioco, resistete alla tentazione di intervenire al primo segno di problemi. Se vi allontanate un po’, i bambini potrebbero risolverli da soli.

Sapere quando intervenire. Se i bambini continuano a bisticciare, uno spuntino o una nuova attività possono rimettere le cose a posto. Tuttavia, se in qualsiasi momento il conflitto degenera in aggressione fisica, è il momento di intervenire e separare i bambini. Se continuano a litigare, considerate la possibilità di terminare presto l’incontro di gioco.

Salutare

Date un giusto preavviso. Quando è quasi ora che l’appuntamento di gioco finisca, dite ai bambini che il loro tempo insieme è quasi finito e avvertiteli con un conto alla rovescia. (“Ancora cinque minuti, è ora di finire il vostro gioco”).

Addii brevi. Una volta che è ora di andare, non indugiate. Se uno dei bambini è arrabbiato per la partenza, prolungare l’addio non farà altro che prolungare le lacrime. Dite un rapido addio e terminate l’incontro di gioco.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli