Ariana Grande, uomo brandisce un coltello all’esterno della proprietà della star: arrestato

·1 minuto per la lettura

Un uomo è stato arrestato all’esterno della proprietà di Ariana Grande, dopo aver minacciato la security con un coltello.

Come riporta TMZ, il 23enne Aaron Brown è stato accompagnato in carcere con l’accusa di tentata aggressione.

Il misfatto è avvenuto attorno alle due di notte, nei pressi della villa di Hollywood Hills della cantante.

Brown avrebbe urlato alle guardie di volere vedere la popstar. Dopo essere stato invitato a lasciare il luogo, l’uomo ha tirato fuori l’arma da taglio. Nelle prossime ore sarà il giudice a stabilire se estendere o meno la misura cautelare.

Lo scorso maggio, Ariana e la madre Joan hanno chiesto e ottenuto un’ordinanza restrittiva contro Fidel Henriquez: l’uomo, dopo aver seguito un camion per le consegne, è riuscito a raggiungere la proprietà della 53enne.

Come riportato da TMZ, una volta entrato, Henriquez ha bussato alla porta con «una lettera d’amore tra le mani».

L’uomo è stato arrestato con l’accusa di violazione di domicilio e percosse aggravate per aver sputato a un poliziotto, che era giunto sul luogo.

Nei documenti legali, Ariana ha spiegato di vivere nel terrore dopo le minacce di morte ricevute.

L’ordine restrittivo impone a Henriquez di mantenere una distanza di almeno 100 metri dalle due donne.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli