«Ariel non può essere nera», Rachel Zegler difende Halle Bailey dalle accuse di razzismo

Rachel Zegler scende in campo a difesa di Halle Bailey, protagonista del nuovo film «La Sirenetta».

La star di «West Side Story» ha di recente terminato le riprese del remake in live-action «Biancaneve», in cui veste i panni della protagonista, mentre Halle debutterà nella parte di Ariel nel 2023.

Bailey, prima Sirenetta di colore, è stata oggetto di offese a sfondo razziale dopo l’uscita del trailer della pellicola. A difenderla dalle critiche è stata Rachel, che ha risposto per le rime a un troll su Twitter.

«Hey @disney», ha scritto l’utente. «Penso che @rachelzegler sia una buona scelta per il ruolo di Biancaneve perché le somiglia molto. Ma @HalleBailey non potrà mai essere la mia Ariel. Se proprio ci tiene, può interpretare La Sirenetta a Broadway, ma non in un film».

Zegler, prima donna latina a interpretare Biancaneve, ha così risposto: «Se non sostieni la mia amica Halle, che è perfetta nel ruolo di Ariel, allora non sostieni nessuna di noi».

Recentemente è intervenuta sul dibattito Jodi Benson, la doppiatrice di Ariel nel cult d’animazione datato 1989.

«Halle, sei assolutamente straordinaria! Sono SUPER orgogliosa di te e della sua bellissima performance nella parte di Ariel», ha scritto Jodi in una story Instagram. «È stato meraviglioso festeggiare con la tua famiglia qui, al #d23expo, insieme al geniale regista Rob Marshall… sono grata per la nostra amicizia che dura da oltre 35 anni. Grazie per aver creato questo film stupendo!».

«La Sirenetta», diretto da Marshall, arriverà nelle sale nel maggio 2023.