Arisa: "Non voglio fare la tv del dolore, ma ho avuto un problema grosso in famiglia"

HuffPost

Ha parlato di un problema personale, “molto grande”, senza entrare nel dettaglio. Arisa, ospite del programma “Vieni da me”, ha raccontato a Caterina Balivo il momento buio vissuto in famiglia: “Non voglio fare la tv del dolore, ma abbiamo avuto un problema grosso a casa, grosso, grosso, che fortunatamente si è stabilizzato. Un problema che ci ha messo a dura prova, però il Cielo ti dà gli strumenti per affrontare tutto”. Arisa è molto legata alla sua famiglia, ha scelto il nome d’arte raggruppando le iniziali dei genitori e delle sorelle ed è nata e cresciuta in Basilicata. Una terra in cui, ha detto, si fa sempre molta fatica ad accettare le cose belle.

Nel corso dell’intervista ha ricordato anche gli esordi sul palco di Sanremo con gli occhiali che poi sono diventati un suo segno distintivo: “Portavo questi occhiali quadrati quando facevo l’estetista. Durante quei massaggi si parlava tanto. Mi dissero che quegli occhiali mi avrebbero portato fortuna”. Invece sul suo primo provino: “Mi mettevo un fiore tra i capelli per fare la romantica, ero anche innamorata”. E pensare che poi a Sanremo non voleva partecipare: “Non volevo andare perché… Dicevo al mio ragazzo che ci saremmo lasciati poi”, ha rivelato Arisa.

Di quella storia, poi finita, oggi la cantante afferma: “Tra la vita pubblica e privata c’è un abisso. Quando sei una persona non conosciuta ti scegli le persone con cui stare. Quando lavori stai anche con persone che non scegli. E quando c’è troppa gente si sballano gli equilibri, soprattutto quando una storia nasce in un modo e si evolve in un’altra”.

Continua a leggere su HuffPost