Armie Hammer ricoverato per curare le sue dipendenze

·2 minuto per la lettura

Armie Hammer si sta sottoponendo a una terapia contro la dipendenza da droga, alcol e sesso.

Come riporta Vanity Fair, l’attore è ricoverato presso un centro vicino Orlando (Florida) dove sta seguendo un programma di recupero, dopo lo scandalo che lo ha travolto.

I rappresentanti di Hammer non hanno ancora confermato ufficialmente l’indiscrezione; tuttavia un amico di famiglia ha rivelato a Page Six che il 34enne «è impegnato a ritornare in salute e lottare per la custodia dei figli».

L’ex moglie Elizabeth Chambers, madre dei suoi tre bambini, ha chiesto il divorzio la scorsa estate, poco prima che alcune ex amanti rivelassero le tendenze cannibali dell’attore e la sua ossessione per alcune pratiche sessuali estreme.

Il Dipartimento di Polizia di Los Angeles ha aperto un’indagine a febbraio. Il mese successivo, Armie è stato accusato di aver violentato una 24enne, presentatasi sotto il nome di Effie.

«Pensavo di morire», ha dichiarato la donna in una struggente conferenza stampa, accusando Hammer di avere abusato «mentalmente, emozionalmente e sessualmente» di lei durante tutta la durata della loro relazione. «Più andava avanti e più diventava violento».

Armie, attraverso il suo legale Andrew Brettler, ha rispedito al mittente ogni accusa. «Non più tardi del 18 luglio 2020, (Effie) ha inviato dei messaggi al signor Hammer dicendogli cosa voleva che le facesse. Il signor Hammer ha risposto chiarendo che non voleva mantenere quel tipo di relazione con lei».

«Non è mai stata intenzione del signor Hammer mettere in imbarazzo o esporre le stravaganti fantasie sessuali (di Effie)», ha aggiunto il legale.

«Dal primo giorno, il signor Hammer ha sostenuto che tutte le sue interazioni con (Effie) - e ogni sua altra partner sessuale -, sono state completamente consensuali, discusse e concordate in anticipo e reciprocamente partecipative», ha affermato l’avvocato, aggiungendo: «La ricerca di attenzione (di Effie) e l'offerta legale sconsiderata renderanno solo più difficile per le vere vittime di violenza sessuale ottenere la giustizia che meritano».

Dopo lo scandalo, Armie è stato rimosso dal cast di «Shotgun Wedding», al fianco di Jennifer Lopez, ed è stato licenziato dalla serie «The Offer», ispirata a «Il Padrino».

L’attore è stato sollevato anche dal thriller «Billion Dollar Spy» con Mads Mikkelsen, in un dramma ambientato durante la Guerra fredda.