Arrampicata: come si pratica e perchè fa bene

·2 minuto per la lettura
arrampicata sportiva
arrampicata sportiva

L’arrampicata sportiva è una disciplina relativamente giovane, infatti è nata nella seconda metà degli anni ’80. Il suo successo sta crescendo ancora oggi anche in Italia. Questa pratica viene fatta sia su pareti artificiali che su pareti naturali e viene svolta sia a livello agonistico che amatoriale. I benefici di questo sport sono numerosi, l’importante è scalare esclusivamente in una situazione di sicurezza totale.

Cos’è l’arrampicata sportiva

L’arrampicata sportiva è uno sport nato dall’alpinismo. Nel 1987 è stata ufficializzata con la nascita della FASI (Federazione Arrampicata Sportiva Italiana), ma già due anni prima si era tenuta una competizione internazione a Bardonecchia. Dopo qualche anni anche il CONI ha riconosciuto questa pratica come una Disciplina Sportiva Associata.

Questo sport può essere praticato sia a livello agonistico che amatoriale, inoltre è adatto sia a grandi che piccini. Gli itinerari devono rispondere a precisi standard di sicurezza, per questo chi la pratica deve usare corde e rinvii in parete. Si può fare sia su pareti naturali che artificiali. Esistono tre diverse specialità differenti che sono lead, speed e builder: in ognuna di queste ci sono degli obiettivi diversi.

Benefici

I benefici di questo sport sono molti e riguardano sia la sfera fisica che quella psicologica. Per prima cosa, praticare questo sport consente di migliorare la tonicità del corpo rendendolo sia più forte che più agile. Per arrampicarsi è necessario usare contemporaneamente molti muscoli sia degli arti superiori che degli arti inferiori. Risulta essere anche un eccelente allenamento cardio e per il fiato.

Scalare una parete necessita anche di una certa tecnica, per tale motivo questo sport permette di migliorare la coordinazione corporea. Solo muovendosi in maniera corretta si può infatti scalare senza sprecare energie, inoltre consente anche di migliorare il senso dell’equilibrio.

Per quanto riguarda la sfera psicologica, questo sport consente di affrontare le proprie paure e di lavorare sulle motivazioni che consentono di spingersi oltre i propri limiti per raggiungere uno specifico obiettivo.