Arriva anche in Italia l’app per noleggiare piscine private, e sarà la svolta definitiva di fine estate

·3 minuto per la lettura

In questi giorni di caldo turbolento in tutta Italia sembriamo tutti disperatamente alla ricerca di un modo per rinfrescarci. E se una fuga al mare non è possibile (l'abbiamo già fatta e abbiamo esaurito le ferie a disposizione, o i prezzi proibitivi ci fanno desistere), la piscina sembra una valida alternativa. Che sia una romantica fuga con la propria metà o un pool party tra amici, andare in piscina ha sempre un'aria di esclusività – è anche perfetta per evitare grandi folle, in questo periodo di Covid così delicato. E allora ecco che sbarca anche in Italia Swimmy, l'app per noleggiare piscine private che ha già riscosso un successo strepitoso in Spagna e Francia fin dal 2017.

Che siate turisti di passaggio o locals alla ricerca di un pomeriggio di relax rinfrescante, bastano pochi euro per avere accesso a un tocco di esclusività. Noi siamo sempre grandi fan delle iniziative imprenditoriali che mettono in connessione privati – e se oggi Airbnb è entrata a far parte del nostro programma di vacanze e fuga dalla città, è ormai tempo di allargare gli orizzonti e dire che, sì, anche noi possiamo essere i fieri proprietari di una piscina per una giornata! Vediamo insieme come funziona Swimmy, una delle app più scaricate in questa estate italiana 2021.

Noleggiare una piscina privata

Se l’esclusività di una piscina sconosciuta vi intriga, o se avete sempre sognato di passare la giornata a bordo vasca di un'oasi immersa nel verde di una pineta o con vista sulle dolci colline di campagna, Swimmy è quello che fa per voi. Con un prezzo che oscilla a giornata generalmente tra i 15 e i 40 euro potete aggiudicarvi il noleggio di una piscina privata – fino a poco fa un lusso che solo pochi potevano permettersi. E se volete solo un'oretta di stacco mentale dopo una giornata faticosa in ufficio, non vi resta che aprire l'app e inserire la vostra località: potrebbe esserci quello che fa per voi proprio in uno dei giardini del vostro quartiere. Swimmy ha ormai più di 3000 proprietari registrati ed è arrivata a oltre 16000 noleggi nel solo 2020: una potenza in continua crescita che, siamo certi, diventerà un must per rinfrescarsi dalle temperature eccezionalmente tropicali a cui ci stiamo, ahimè, abituando. Un ottimo modo non solo per avere accesso a luoghi esclusivi per gli avventori, ma anche per i proprietari di monetizzare le piscine che non usano così spesso.

Photo credit: Courtesy of Unsplash - Ferdinand Asakome
Photo credit: Courtesy of Unsplash - Ferdinand Asakome

Piscine in affitto e Covid: come navigare in acque sicure

In epoca di Covid è inevitabile pensare: ma c’è il rischio che la piscina sarà troppo affollata? Presto detto: il proprietario può fissare il numero massimo di ospiti per la sua piscina. Con il green pass (si tratti di vaccino completo o di tampone), poi, siamo tutti più sicuri nel condividere spazi comuni! Ovviamente, le buone regole valgono sempre: portate con voi una salvietta pulita, non andate in giro senza ciabatte e prestate attenzione ai bambini: non ci sono bagnini sempre all'erta nel magico mondo delle piscine private!

Essere cool in piscina: shopping indispensabile

Ora che potete scattare delle foto degne di Instagram e fingervi fieri proprietari di una piscina da urlo, non potete certo avere un look understated. Dalle ciabatte più cool del momento al costume più classy, ecco qualche must have per la vostra giornata in piscina da gran signori!


Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli