Arriva la birra all’ananas e al mango

In principio fu il birrificio svedese Brewski di Marcus Hjalmarsson, che negli ultimi due anni ha messo sul mercato tre birre: Passion Feber IPA, Ananas Feber IPA e Pango IPA.

La moda arriva dalla Svezia, ma ora si sta diffondendo ovunque. Parliamo di birre artigianali, ma soprattutto dei nuovi confini che i birrifici stanno esplorando per creare bevande che mantengano il gusto e la sensazione della birra, ma con ingredienti innovativi. In particolare, la frutta. Se esotica, meglio.

In principio fu il birrificio svedese Brewski di Marcus Hjalmarsson, che negli ultimi due anni ha messo sul mercato tre birre: Passion Feber IPA, Ananas Feber IPA e Pango IPA, utilizzando frutto della passione, ananas e mango. All’inizio incontrando le perplessità e i dubbi dei clienti, poi però convincendoli sempre più, soprattutto nei mesi estivi grazie al gusto fresco e beverino. Certo, sono birre poco complesse, ma che sanno bilanciare bene le varietà aromatiche della frutta tropicale con quelle dei luppoli.

E se un prodotto funziona diventa subito una moda e, soprattutto, i concorrenti provano a copiarlo o evolverlo. La difficoltà maggiore per creare una Tropical IPA vincente è quella di saper bilanciare bene il dosaggio della frutta con quello del luppolo, affinché le birre alla frutta restino prodotti che hanno un gusto da birra e non si trasformino in succhi di frutta alcolici.

Così anche in Italia sono diversi i birrifici artigianali che si sono impegnati a sviluppare delle Tropical IPA in vista di questa estate. Ci sono così birre che contengono frutti brasiliani come il Cajù e il Cajà, altri che aggiungono ananas e mango, il frutto che appare il preferito e – probabilmente – il migliore per ottenere delle IPA beverine e piacevoli al gusto. Altre birre artigianali contengono lime o pompelmo.

Ma da dove nasce l’idea partorita da Marcus Hjalmarsson e ora esplosa ovunque? Il riferimento è chiaro e scontato ed è stata un’evoluzione più attenta e di cultura brassicola delle cosiddette Radler tedesche o Panaché francesi, cioè mix poco alcolici di birra e bibite gassate, Sprite o Aranciata. Bibite beverine, ma poco alcoliche. A differenza delle Tropical IPA, che mantengono il concetto delle Radler, ma restando delle vere e proprie birre.