Arriva Pawse, la prima birra per cani 100% made in Italy

·2 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 15 giu. (askanews) - Arriva "Pawse", la prima birra per cani 100% italiana. È l'ultima novità lanciata dall'azienda "Da Pian" di Ponzano Veneto (TV), leader nella distribuzione di bevande su tutto il territorio nazionale. Si tratta della prima realtà italiana a proporre una birra per cani.

La birra si chiama "Pawse", nome nato da un gioco di parole tra "paw" (zampa) e "pause" (pausa). La prima distribuzione sarà riservata al canale Ho.re.Ca., partirà a fine giugno ed andrà a coprire l'intera stagione estiva. La bevanda sarà confezionata in lattine d'alluminio da 33 cl, comode da stappare e versare. I locali potranno proporla, abbinandola alla vendita della normale birra, richiesta dai padroni.

Tra gli ingredienti della Pawse, oltre all'acqua pastorizzata, ci sono fruttosio, miele e un pizzico di sale. Niente alcol né luppolo ovviamente. Da Pian 1904 ha scelto di confezionare "Pawse" in lattina perché ecosostenibile. L'alluminio è riciclabile al 100% e il trasporto meno impattante. Quello della birra per cani è un vero trend. In diversi paesi stranieri (Usa, Regno Unito, Belgio, Brasile) la produzione è iniziata da oltre un anno, con grande successo.

L'idea è nata qualche mese fa, in piena pandemia, quando per molti gli animali sono stati l'unica vera e presente compagnia tra le mura domestiche. Sono 3,5 milioni le famiglie in Italia ad aver acquisito un cagnolino durante o poco dopo il primo lockdown del 2020. Raffaella Da Pian, amministratrice di Da Pian 1904, spiega che la birra "è stata realizzata da Alessandro Marcucci, titolare della Fidovet, azienda marchigiana con una qualificata esperienza nella produzione alimentare per animali, che come noi sperimenta e ricerca eccellenza e innovazione. Abbiamo condiviso test e ricette in questi mesi fino ad arrivare ad un prodotto ovviamente analcolico, non gasato, proteico e vitaminico, senza additivi chimici e con materie prime di altissima qualità".

Ai cani della famiglia Da Pian "è piaciuta moltissimo - aggiunge Raffaella Da Pian - contiamo che i gestori dei locali possano apprezzare questo tipo di offerta che rappresenta una grande opportunità. Gli avventori preferiscono cambiare locale piuttosto che rinunciare alla compagnia del proprio cane. Quasi tutti i locali ormai sono dog-friendly e aggiungere la possibilità di offrire una bibita per cani sarà di sicuro un plus per gli stessi esercenti".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli