Ascolti e diritti tv: Serie A, rischio contenziosi su Dazn

·1 minuto per la lettura

Tensione in Lega Serie A, al centro sempre le questioni Dazn e introiti da diritti tv. Il tema sul tavolo è l'8% degli 840 milioni di euro totali (spartiti tra la piattaforma e TimVision) che andrebbe suddiviso tra le società di calcio in base agli ascolti forniti da un soggetto certificato (Auditel), come previsto dalla Legge Melandri. Qui il nodo.

CONTENZIOSO - Dazn infatti fa riferimento a Nielsen e per questo, riferisce Milano Finanza, alcuni club tra cui Genoa, Sampdoria e Sassuolo sarebbero a un passo dall'apertura di un contenzioso della Serie A: non è escluso, inoltre, che la stessa Serie A possa chiamare in causa terzi certificatori per valutare i dati d'ascolto. C'è un poi un secondo fronte che può aprirsi e riguarda il numero degli abbonati a Dazn. Al superamento di una determinata soglia scatterebbe un bonus aggiuntivo per la Serie A da 150 milioni, ma si tratta di uno scenario difficilmente raggiungibile: nonostante Dazn si dica soddisfatta, si legge, le stime parlano di un dato complessivo inferiore al milione di abbonati, a cui aggiungere i 500mila dell'offerta TimVision calcio.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli