Attività educative per bambini: consigli a genitori e ad assistenti

·3 minuto per la lettura
Attività educative per bambini
Attività educative per bambini

Quando si parla di attività educative per bambini, bisogna sempre cercare di contestualizzare il tutto nel periodo storico attuale. Un errore che infatti commettono molti genitori ma anche alcuni assistenti “vecchio stampo” è quello di basarsi su teorie pedagogiche classiche, che potrebbero non tenere conto di tutti i cambiamenti avvenuti negli ultimi anni. È necessario dunque dimostrarsi flessibili ed aperti da questo punto di vista, poiché le attività che potevano rivelarsi efficaci 50 anni fa potrebbero risultare del tutto inutili a livello educativo per un bambino nato negli anni 2000.

La stessa figura dell’educatore oggi è cambiata rispetto al passato: il percorso formativo è differente, sono state introdotte nuove materie di studio e anche per quanto riguarda lo stipendio assistente all’infanzia e professionisti vari che operano nell’ambito dell’educazione hanno una retribuzione diversa. Insomma: i tempi sono cambiati e i
bambini si trovano a vivere in una realtà che solo in parte è simile a quella di un tempo. Vediamo su cosa devono puntare oggi le attività educative per bambini, da svolgere a casa o in una struttura per l’infanzia.

Attività per sviluppare la fantasia nei bambini

Sviluppare la fantasia è diventato oggi ancora più importante di un tempo, perché i bambini sono ormai bombardati da informazioni e stimoli differenti, che arrivano spesso e volentieri dalla televisione o dai dispositivi digitali come smartphone e tablet. Questi non devono essere considerati il male assoluto, ma certamente conviene dosarne l’utilizzo da parte dei bambini, concentrandosi su attività in grado di stimolare loro la fantasia. Ecco che allora leggere una fiaba può essere un’ottima idea, perché permette ai più piccoli di sviluppare l’immaginazione e lo stesso si può dire del disegno libero.

Attività per lo sviluppo motorio nei bambini

Altrettanto importante è puntare sullo sviluppo motorio dei bambini, specialmente se questi tendono a deconcentrarsi o manifestano un carattere vivace. Le attività da fare in tal senso sono moltissime e anche in questo caso permettono di stabilire quel contatto con la realtà esterna che oggigiorno è sempre più sacrificato in favore di videogames e simili.

Attività per sviluppare la coordinazione

Non bisogna mai dimenticare di svolgere insieme ai bambini anche quelle attività specifiche che permettono di consolidare la coordinazione. Un esempio può essere quello di creare con i piccoli delle collanine o dei braccialetti con le perline, da infilare una alla volta nel filo.

Attività per sviluppare la comprensione del tempo

Quando i bambini iniziano ad essere più grandicelli, arriva anche il momento di far comprendere loro il concetto di tempo, di passato e presente, di attesa. Questa è forse la missione più complessa, anche per le professioniste, perché non è per nulla facile far comprendere ad un bambino una cosa come lo scorrere delle ore, dei giorni, dei mesi e degli anni. Le attività che si possono compiere in tal senso sono molteplici, in quanto siamo costantemente in rapporto con i limiti dello spazio e del tempo. Bisogna però trovare il modo di fare comprendere il loro significato ai più piccoli, in modo che ne diventino consapevoli.