Bambini difficili: una trasformazione meravigliosa

·2 minuto per la lettura
bambini difficili
bambini difficili

I bambini difficili possono sembrare un caso irrisolvibile, ma non temere: possono avere una trasformazione meravigliosa. In molti casi, si tratta del sistema nervoso del bambino. Quelli che sono particolarmente sensibili agli input del loro ambiente sono più propensi a irritarsi e a piangere. Affrontare questi bambini può essere un calvario estenuante ed emotivamente straziante. Tuttavia, la ricerca suggerisce un vero lato positivo per i genitori insonni e nervosi.

La stessa sensibilità che rende le persone difficili da neonati può trasformarle in bambini adorabili, di successo accademico e socialmente abili. Tutto ciò, ovviamente, se ricevono il giusto tipo di educazione. Questa è la chiave: rispetto ai bambini facili, i bambini difficili sono molto più sensibili agli effetti della genitorialità. Un’educazione calda e sensibile – che include un apprezzamento per il bisogno di indipendenza del bambino – è buona per tutti. Per i bambini difficili, una buona educazione è particolarmente importante.

Ricorda di evitare la trappola del confronto con le neomamme: le esperienze degli altri figli sono naturalmente diverse dalle tue. Ogni bambino è diverso, e ciò non significa che tuo figlio sia meno speciale.

I bambini difficili e la loro trasformazione

In uno studio, sono stati seguiti oltre 1300 bambini dalla nascita alla prima elementare. A sei mesi, alcuni di loro sono stati identificati come difficili. Erano più attivi e più intensamente emotivi degli altri. Piangevano anche molto di più e avevano più difficoltà ad adattarsi ai cambiamenti (come l’arrivo di una nuova babysitter). Com’erano negli anni successivi? Dipendeva dall’educazione dei genitori. Se le madri erano relativamente insensibili, ostili, invadenti o fredde, i figli difficili avevano maggiori problemi.

bambini difficili in futuro
bambini difficili in futuro

Dall’altro lato, se le madri erano calorose e sensibili, i piccoli tendevano a superare i loro compagni di classe. In prima elementare, i loro insegnanti li valutavano come più cooperativi, assertivi, autocontrollati e accademicamente competenti. Nel complesso, erano meglio adattati dei bambini con un passato “facile”.

Perché madre natura ha creato questi bambini super-sensibili? Lo psicologo Jay Belsky ha una visione evolutiva. I bambini che sono relativamente accomodanti sono come degli investimenti conservativi. Sopportano bene una varietà di condizioni, compresi i periodi di stress (come la carestia, la guerra o la povertà). Tuttavia, poiché sono meno sensibili all’ambiente, non si adattano altrettanto bene a condizioni davvero favolose (come la pace, la stabilità e la ricchezza).

Se il tuo bambino è difficile, non avere paura: crescerà con valori inestimabili. Ricorda, però, che è anche importante costruire un legame col neonato fin dal primo momento.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli