Bambino e vaccinazioni: può aumentare il rischio di asma?

·1 minuto per la lettura
asma
asma

Le vaccinazioni aumentano il rischio di asma nel bambino? La ricerca non ha trovato alcun legame tra i due. Poiché i tassi di asma – una malattia cronica caratterizzata da ripetuti episodi di respiro sibilante, dispnea, senso di oppressione al petto e tosse – sono aumentati insieme al numero di vaccini raccomandati, gli esperti hanno cercato una connessione.

La preoccupazione è che, prevenendo le infezioni nell’infanzia, i vaccini potrebbero causare uno squilibrio nella risposta immunitaria più tardi nella vita che potrebbe portare ad allergie e, infine, all’asma. Alcuni esperti hanno teorizzato che la risposta immunitaria innescata dai vaccini potrebbe portare direttamente alle allergie, sovrasensibilizzando il sistema immunitario. Ricorda che vaccinare tuo figlio è estremamente importante e potrai trarne grande beneficio.

Le vaccinazioni aumentano il rischio di asma nel bambino?

Gli scienziati che hanno studiato questo problema dicono che non ci sono prove di un legame tra i vaccini e l’asma o le allergie. Per esempio, un grande studio che ha coinvolto più di 167.000 bambini non ha trovato alcun aumento di questo rischio. In un altro grande studio, i ricercatori hanno esaminato se le vaccinazioni ricevute prima dei 18 mesi di età fossero legate all’asma nella successiva infanzia e non hanno trovato alcuna associazione.

In alcuni casi, tuttavia, è possibile contrarre la malattia contro cui si è stati vaccinati. Anche in questo caso, è inutile lasciarsi prendere dalla preoccupazione: i vaccini sono sicuri e sono di vitale importanza.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli